Home

Forum- My Fashion girl.it, gioco di moda! Gioco di ragazze e per ragazze!

Pagine : 1

#1 Il 06-08-2021 a 11h17

Moderatore
Artemis97
...
Messaggi: 2 134

In questo topic verranno inserite tutte le schede dei vostri personaggi. Dovrete inviarmi almeno la bozza per messaggio. Una volta inserite qui, le controllerò in ogni caso e se ci saranno dei problemi vi contatterò in privato.


Dunque ragazz*,

Ognun* di voi dovrà lasciare un messaggio con la propria scheda PG. Al momento c'è la possibilità di creare fino a due PG: se volete crearne un secondo, dovrete semplicemente modificare il vostro messaggio aggiungendo la seconda scheda. Vi lascio di seguito le indicazioni per la scheda

Codice:

[b]Nome/i[/b]:
[b]Cognome/i[/b]:
[b]Età[/b]: data di nascita e segno zodiacale sono facoltativi
[b]Anno frequentato[/b]: solo per gli studenti
[b]Materia insegnata[/b]: solo per gli insegnanti
[b]Lavoro[/b]: se il vostro PG fa altro, SEMPRE all'interno della scuola
[b]Aspetto fisico[/b]:
[b]Carattere[/b]:
[b]Razza[/b]:
[b]Tipo di oggetto magico[/b]: Può essere tutto quello che volete, dalla classica bacchetta ad un anello,
da un orologio ad un fermaglio per capelli: è l'oggetto con cui il vostro PG lancia gli incantesimi
[b]Varie ed eventuali[/b]: Tutto quello che vi viene in mente e che non è stato
precedentemente specificato (relazioni, amicizie, famiglia, ecc.)
[b]Prestavolto[/b]: No persone reali, per il resto può essere quello che preferite
(anime/manga, videogioco, fumetto, disegno originale, fanart...): è l'aspetto del vostro PG.
Specificare il nome del prestavolto e da dove viene e aggiungere l'immagine all'inizio della scheda


https://i.imgur.com/2OD2E7t.jpg

Non in linea

#2 Il 07-08-2021 a 14h40

Che classe
albanera
La mia forza è la mia assolutà fragiltà...
Messaggi: 4 198

Domitilla Savignoni

https://i.postimg.cc/wjmtvLCd/domitilla-fosse-la-volta-buona.jpg

NOME: DOMITILLA ( ILLA PER TUTTI)
COGNOME: SAVIGNONI
ASPETTO FISICO: PICCOLA E SMUNTA, OVALE DEL VISO NELLA NORMA. OCCHI CASTANO CHIARO TENDENTE AL VERDE, BOCCA REGOLARE NEL LABBRO SUPERIORE, LEGGERMENTE PIU’ PRONUNCIATO QUELLO INFERIORE. NASO SOTTILE NELLA PARTE SUPERIORE ,ALLARGATO DI POCO IN QUELLA INFERIORE. CAPELLI LUNGHI E LEGGERMENTE ONDULATI , DI UN BANALE COLOR PEL DI CAROTA, INCORNICIANO QUANDO SCIOLTI ,UN OVALE PIENO DI LENTIGGINI MA QUASI SEMPRE RIMANGONO RACCOLTI NELLA CUFFIA DELLA SUA DIVISA DA CUOCA.ASPETTO INSIGNIFICANTE.
LAVORO: CUOCA
ETA’: ALL’INCIRCA SUI 35 ANNI
CARATTERE: DOCILE, MITE PER NATURA, ETERNAMENTE SPAVENTATA DAL BUIO MA ANCHE DALLA LUCE DEL SOLE E CON UNA FOBIA PER I POSTI AFFOLATI, TROVA LA SUA GIUSTA DIMENSIONE NELLE CUCINE DELLA SCUOLA DI MAGIA, DOVE RESTA IN DISPARTE IL PIU’ DELLE VOLTE A MENO CHE NON VENGA SOLLECITATA DA CHI LAVORA CON LEI.
PER META’ UMANA DA PARTE DI PADRE E PER META’ MAGA DA PARTE DI MADRE,HA NEL SUO LIBRO DI CUCINA TUTTO CIO’ CHE LE SERVE PER RICETTE SUCCULENTE E RITUALI MAGICI ALL’OCCORENZA. UN MESTOLO E’ LA SUA “BACCHETTA MAGICA”(ANCHE SE POCHI O FORSE NESSUNO SANNO ESATTAMENTE DI QUESTO “POTERE”).
PASSA LA MAGGIOR PARTE DELLA GIORNATA NELLE CUCINE MA DI SERA LEI E IL SUO LIBRO DI RICETTE SI TRASFERISCONO NELLA PICCOLA CASETTA NON MOLTO DISTANTE DALLA SCUOLA, QUESTO PERCHE’ LA DONNA SPERIMENTA IN GRAN SEGRETO FORMULE MAGICHE E RITUALI, SPESSE VOLTE CON SCARSI E DUBBI RISULTATI.
PRESTAVOLTO: L’IMMAGINE DI RIFERIMENTO E’ UN RITRATTO DELLA PITTRICE ROS MORALES E COLEI CHE E’ RITRATTA PORTA IL NOME DI ANNA.



                 Lerha Dobrovicki
https://i.postimg.cc/ydBLy89J/lerha-kyrie-stronza-strega-1.jpg



                                 LERHA DOBROVICKI
Nome:LERHA
Cognome Dobrovicki
Aspetto fisico: alta all’incirca un metro e settanta, snella . Ovale regolare, bocca ben delineata, occhi azzurri, naso dritto e piccolo,capelli biondi.
Età: ha da poco compiuto 18 anni degli anni dei “Normali”.
Anno frequentato ottavo
Razza :Umana
Studentessa modello il più delle volte.
Carattere: docile, allegra, ma non sempre si adatta alle regole al di fuori della scuola. Ligia, perfettina e pronta all’aiuto in classe(ma non secchiona e lecchina xD) quando si trova in ambiti e luoghi diversi dalle lezioni, si avvicina pericolosamente a perdere i suoi freni inibitori e talvolta esagera con pinte di birra(che puntualmente si fa “spedire” dall’azienda di famiglia) e sigarette. Sempre al limite però riesce con una gran forza di volontà(suo punto forte) a restare quantomeno vigile, questo le consente di cavarsela alla meno peggio senza riportare o far danni enormi.

Su di lei...La sua è una famiglia di stregoni e maghi , si narra che una delle sue avi, fosse stata messa al rogo durante il periodo delle caccia alle streghe e che durante il suo atroce martirio avesse lanciato una maledizione sui suoi persecutori. Infatti durante il rogo, una lingua di fuoco si era letteralmente staccata dai suoi piedi e presa la forma di una mezza luna intrecciata in una stella, avesse raggiunto per poi ritirarsi uno dei suoi aguzzini. Pare che da quel momento in poi il pover’uomo ogni notte stellata si ritrovasse con il corpo pieno di ferite sanguinolenti a forma di mezza luna. L’uomo non aveva resistito per molto tempo a quei dolori lancinanti e duraturi e alla fine contravvenendo alla sua stessa fede del quale fino ad allora si era detto paladino, si era impiccato ,condannandosi di fatto alla dannazione eterna.
Oggetto magico: indossa un braccialetto con tre charms: una stella, una luna e un crocifisso, che all’occorrenza sfoggia anche come orecchini. I tre simboli della maledizione.
Prestavolto .Ashe di Overwatch; autore Sciamano240

Ultima modifica di albanera (Il 20-11-2021 a 22h24)


https://i.postimg.cc/NFYjMCq5/banner-gazzetta-novembre.png

Non in linea

#3 Il 07-08-2021 a 17h24

Prezzemolina
Clio79
Quello di cui ho bisogno per sopravvivere è il dente di leone che fiorisce a primavera.
Messaggi: 2 011

KOKORO TAIRA

https://i.ibb.co/0ML15vn/daregfr-f11e138a-dbf9-40d4-a677-3fb1ef70c23d.jpg

(illustrazione di Sakimi Chan)

Nome: Kokoro (= cuore, mente, anima)
Cognome: Taira (= clan di Takiyasha-hime)
Età: 16 anni
Data di nascita: 20/03/2005
Segno zodiacale occidentale: pesci
Segno zodiacale orientale: gallo
Anno frequentato: 7
Aspetto fisico: capelli rossi, occhi marroni dal taglio orientale, viso leggermente appuntito; minuta, dall'aspetto leggero e delicato.
Ha orecchie e coda di volpe il cui pelo è di colore rosso, come i suoi capelli.
Carattere: timido e riservato; se si riesce a divenire suo amico/a, è estremamente leale.
A prima vista non si direbbe, ma è molto astuta.
Razza: metà umana / metà kitsune
Tipo di oggetto magico: un'agenda tascabile, fatta con fogli di pergamena rilegati con dello spago ottenuto da fiori e piante della sua zona.
La porta sempre agganciata alla cintura grazie ad una catena in argento.

Famiglia:
Il padre discende dal clan Taira, famoso tra gli umani per la leggenda di Takiyasha-hime; solo chi è dotato di poteri magici sa che la strega è, in realtà, esistita veramente.
Dalla famiglia paterna, dunque, Kokoro ha ereditato i poteri magici e la sua natura di strega.
La madre, invece, è una kitsune, un essere della mitologia nipponica dall'aspetto di volpe, capace di assumere qualsiasi forma voglia; da lei Kokoro ha ereditato l'aspetto minuto e un po' felino e la capacità di cambiare forma.
La ragazza, infatti, riesce facilmente a nascondere le sue orecchie e la sua coda di volpe, conducendo una vita tranquilla nel paesino di umani nei pressi di Roma, in cui i genitori si sono trasferiti anni prima della sua nascita.

Informazioni

Ultima modifica di Clio79 (Ieri alle 19:15)


https://i.ibb.co/bHS5wk7/E-Uscita-la-nuova-gazzetta-5.png

Non in linea

#4 Il 20-08-2021 a 15h16

Moderatore
Calliope98
"L'eleganza è la sola bellezza che non sfiorisce mai"
Luogo: Cosenza
Messaggi: 11 983

Jasmine Alfieri

https://i.ibb.co/3T8KQRf/58762-D16-9-FD9-4506-A9-F6-9-DB6-EE6-AFCD0.jpg

Nome: Jasmine
Cognome: Alfieri
Età: 18 anni
Data e luogo di nascita: 11/05/2003, Roma
Segno zodiacale: Toro
Anno da frequentare: Ottavo
Aspetto fisico: È alta 1,70, ha un fisico asciutto che tiene sempre ben allenato e in perfetta forma grazie all’esercizio fisico. La sua carnagione è leggermente scura e i lineamenti del suo viso sono molto delicati ed eleganti. I suoi capelli sono lunghi e lisci di un castano chiaro con riflessi caramello mentre i gli occhi sono neri e dal taglio tipicamente indiano. Il suo stile nel vestire varia a seconda dell’occasione, ma rimane sullo sportivo e sul casual chic, i due stili che predilige.
Carattere: Ha un carattere molto estroverso, tende a fare subito amicizia, ma è molto diffidente, prima di fidarsi deve conoscere bene chi ha difronte. Farebbe di tutto per le persone a cui è legata e non sopporta chi tradisce la sua fiducia. È una ragazza semplice e sempre col sorriso sulle labbra, molto precisa ed organizzata e riesce sempre a trovare una soluzione ai problemi, non si arrende facilmente e riesce sempre a raggiungere i suoi obiettivi. Ha una forte personalità e non si fa mettere i piedi in testa da nessuno, non tollera superbi ed arroganti le piacciono, invece, le persone intelligenti con cui si ha sempre qualcosa di cui parlare e su cui confrontarsi.
Razza: Metà umana/metà Nagi
Tipo di oggetto magico: Un cristallo nero che porta sempre al collo come fosse un ciondolo.
Famiglia: Da parte di padre discende da una delle più antiche famiglie di maghi italiani, gli Alfieri, ed è da lui che ha ereditato la sua magia e la natura da maga. La madre è invece una Nagi Indiana, una creatura metà donna e metà serpente che secondo la cultura indù discendono dalle divinità, ma che in realtà non sono altro che creature legate alla natura e in particolar modo all’acqua. Da lei ha ereditato la capacità di tramutarsi per metà o completamente in serpente e anche la capacità di poter respirare sott’acqua.
Hobby: I suoi hobby principali sono tre: lettura, moda ed esercizio fisico. Ama leggere qualsiasi genere di libro, tiene anche un blog dove recensisce e consiglia i libri che legge, le piace immergersi in mondi che non conosce e che la portano in posti lontani. Per quanto riguarda la moda le piace tenersi aggiornata sulle tendenze, ma preferisce mantenere il suo stile, quelle che segue di più sono le tendenze sul make up e sulle acconciature, anche se non ama i trucchi molto elaborati, preferisce trucchi leggeri e non troppo complicati. Sull’esercizio fisico non è una di quelle persone fissate, ma le piace tenersi in forma con una corsetta mattutina e qualche esercizio per mantenere il fisico. Oltre a queste tre principali passioni ne ha anche un’altra un po’ meno importante, ma non insignificante: la musica, ama cantare e sa anche suonare la chitarra.
Prestavolto: Illustrazione di Rossdraw

——————————————————————
Leonardo (Leo) De Angelis

https://i.ibb.co/Bj9RzGH/2688-D993-E5-E2-4316-A78-C-330-E1287-A4-FB.png

Nome:Leonardo (ma tutti lo chiamano Leo), Elfrith
Cognome:De Angelis
Età:24 anni
Data di nascita:8/06/1997, Firenze
Segno zodiacale:Gemelli
Lavoro:Bibliotecario della Splendente
Aspetto fisico: Alto 1,85, slanciato, fisico asciutto e mediamente muscoloso. I suoi tratti sono delicati ed aggraziati e ha una carnagione chiara, i capelli sono biondo platino, alcune volte possono addirittura sembrare bianchi. Gli occhi sono di un azzurro molto chiaro, quasi glaciale. Il suo stile nel vestire varia a seconda delle occasioni, ma predilige un abbigliamento casual e comodo, un po’ da nerd, a volte gli piace portare anche un paio di occhiali da vista finti, dice che gli danno un’aria più da intellettuale. Non si separa mai dall’anello regalatogli dalla madre che è stato forgiato dagli elfi.
Carattere: Leo è un ragazzo molto dolce e riservato, ha dei modi eleganti da vero gentleman ed è molto paziente. Al contrario di quanto si possa pensare è estroverso e molto socievole, ha sempre il sorriso sulle labbra ed è pieno di energia. Molto altruista, cerca sempre di aiutare chiunque ne abbia bisogno, ha un ottima capacità di ragionamento ed è sempre molto diplomatico, non si arrabbia quasi mai. È molto intelligente e apprende tutto molto facilmente, romantico, gentile e buono con tutti, ma non si fa prendere in giro facilmente anzi riesce a capire se una persona mente o è sincera, cosa che lo aiuta molto nei rapporti personali. È un ragazzo curioso e con tanta voglia di imparare nuove cose, non per nulla era uno studente modello durante gli anni di scuola.
Razza:Mezzelfo
Tipo di oggetto magico: Un bracciale in filo con una pietra verde e sopra inciso un simbolo elfico.
Famiglia: Il padre è un famoso mago e biologo, specializzato soprattutto in piante e creature appartenenti al mondo magico mentre la madre è un’elfa molto abile nella preparazione di medicinali e unguenti fatti di erbe. I due si sono conosciuti nei boschi delle colline toscane mentre erano alla ricerca della medesima pianta magica. Dal padre Leo ha ereditato la natura da mago, la sua voglia di mettersi sempre in gioco e le sue capacità di ragionamento mentre dalla madre ha ereditato la raffinatezza, la pazienza , l’acutezza dei sensi e l’abilità di vedere bene al buio. La madre gli ha, inoltre insegnato la lingua elfica, quindi Leo sa parlare, leggere e scrivere sia la sua lingua madre cioè l’italiano che la lingua degli elfi.
Ha una sorella di 16 anni che frequenta la Splendente di nome Denise.
Hobby: Gli piace studiare e conoscere sempre nuove cose, è una di quelle persone che non si stanca mai di imparare e pensa che avere una buona cultura possa aprire molte porte. Legge molto e e disegna benissimo, qualche volte si diverte anche a scrivere storie, brevi romanzi e/o fumetti. Ama la natura e gli animali, passione ereditata dai genitori, in particolare ama molto i cani e il suo sogno è di poterne avere uno tutto suo un giorno, inoltre gli piace passeggiare nella natura e sedersi ad ascoltare i suoni attorno a lui. Un’altra sua passione è la cucina, gli piace sbizzarrirsi ai fornelli creando nuove ricette o modificandone di già esistenti.
Prestavolto:Fan art di Viktor Nikiforov-Yuri on Ice (Claparo-Sans immagine 1, Gearous immagine 2, Blau678 immagine 3), purtroppo non sono riuscita a trovare i link.


https://i.ibb.co/sbqFsZg/A5-BDA0-AA-8976-4-A97-9-B35-B5-C6-E3-B23-E43.png

Non in linea

#5 Il 30-08-2021 a 17h54

Moderatore
Artemis97
...
Messaggi: 2 134

Nikolas Axel Fox-Lombardi


https://i.imgur.com/RdZ8vAl.jpg



Nome/i: Nikolas Axel
Cognome/i: Fox-Lombardi
Età: 17 anni
Data di nascita: 21 giugno 2004, sua madre dice che il solstizio d'estate è una data propizia per la Magia, lui che semplicemente era troppo pigro per nascere nella data prevista per il parto, una decina di giorni prima.
Segno zodiacale: Cuspide gemelli/cancro, anche se si sente un po' più gemelli.
Anno frequentato: Deve frequentare il settimo.
Aspetto fisico: Alto circa 170 cm, spera di guadagnarne ancora qualche altro entro la fine dell'ottavo anno, corporatura piuttosto nella norma, non muscoloso ma abbastanza forte da prendere in braccio qualcuno in caso di bisogno. Capelli neri leggermente mossi che sfiorano le spalle, occhi grigi, carnagione chiara tendente al pallido. Ha due piercing all'orecchio sinistro (il classico al lobo e uno in alto) e tre all'orecchio destro (tutti e tre al lobo, uno di fila all'altro).
Carattere: Può sembrare altezzoso, ma in realtà è solo taciturno e non troppo estroverso. Non propriamente timido, o per lo meno non più da diversi anni, ma non è il genere di persona che cerca compagnia. Se volete essere suoi amici, quasi sicuramente dovrete essere voi a fare il primo passo, difficilmente accadrà il contrario. Nonostante questo, sarà sempre disponibile a dare una mano a chiunque gliela chieda. È il genere di persona che si ferma per strada a dare indicazioni ai turisti e che aiuta gli studenti più giovani, sia con i compiti e lo studio che con consigli personali.
Razza: Umano, il padre è un Normale, la madre è una Maga.
Tipo di oggetto magico: Anello d'argento con una pietra nera incastonata, che tiene al mignolo della mano sinistra. Era di una bisnonna e lui l'ha ereditato con piacere, anche se sua madre temeva che non avrebbe voluto indossarlo.
Famiglia: Il padre, inglese, è un Normale, mentre la madre, italiana, è una Maga potente e piuttosto conosciuta. Ha due cognomi perché la madre voleva tramandare il suo cognome Magico, ma ha dovuto cedere alla legge italiana e non solo dare ai figli il cognome del marito, ma anche aggiungere il suo come secondo e non come primo. Ha due nomi per il semplice fatto che alcune famiglie di Maghi sono un po' extra e vogliono dare nomi lunghi e assurdi ai figli. Nonostante questo, a lui i suoi nomi non dispiacciono, pensa sempre che poteva andargli peggio. È il secondo di quattro fratelli. Il maggiore, di 20 anni, è un po' il suo punto di riferimento, nonostante i caratteri e le aspirazioni totalmente diversi. Adora le sorelline, due gemelle identiche di 10 anni, e farebbe di tutto per loro, anche se non lo ammetterebbe mai. Vivono nella campagna romagnola, leggermente fuori da un paesino ai piedi dell'Appennino Tosco-Emiliano. Ha parenti nell'Hampshire, contea inglese dalla quale viene il padre, ma non li vede spesso. I suoi parenti più vicini sono quelli materni, è molto legato anche alla cugina di 24 anni.
Hobby: Non è un grande sportivo, ma adora fare lunghe camminate nella natura, specialmente nella campagna dietro casa dove, soprattutto da piccolo, non era difficile trovarlo saltare fossi, arrampicarsi sugli alberi e fare spedizioni nei boschetti con il fratello e la cugina. Ascolta spesso musica e ne ha una conoscenza piuttosto variegata e alquanto particolare. I suoi incantesimi preferiti sono infatti quelli delle canzoni pop degli anni '70/'80/'90: divertenti e decisamente non convenzionali. In realtà ama citare Dante, ma le canzoni sono semplicemente più efficaci. Legge molto, soprattutto fantasy, così può criticarli insieme alla madre: lui ci ride molto, lei un po' meno.
Prestavolto: Sirius Black da giovane, in particolare questa fanart è di Ana Godis, disegno intero qui.


https://i.imgur.com/2OD2E7t.jpg

Non in linea

#6 Il 12-09-2021 a 09h09

Fusion
Nietzsche
Aizawa è tornato Kaneda per colpa del forum. Comunque non sopporta tutto questo rosa
Messaggi: 5 408

Elios (Elio) Colleoni

https://i.imgur.com/9LDkWYo.png

Scusate la lunghezza

Nome: Elios, ma nessuno lo chiama così a parte il padre che è un gran rompipalle
Soprannomi: Elio, Eli (lo chiama così solo sua mamma, se si azzarda qualcun altro viene fulminato con lo sguardo seduta stante), Zio o Bro per gli amici, Nox come nome d’arte, Prof o Profe per gli studenti
Cognome: Colleoni
Età: 29 anni
Materia insegnata: Parole magiche e dizione
Aspetto fisico: Di statura non irrilevante (non è un tappo ma nemmeno uno stangone di 2 metri), ha un’aria malsana, come se soffrisse di insonnia – in realtà dorme benissimo, è semplicemente la sua faccia. È abbastanza trascurato, con la barba sfatta e qualche capello bianco che comincia a farsi vedere. Perlomeno si lava tutti i giorni. Fuma spesso, talvolta anche in classe, ma cerca di evitare per non dare il cattivo esempio agli studenti.
Carattere: Sembra un gran svogliato, ma in realtà... è solo la sua faccia. Certo, se può risparmiarsi del lavoro non ci pensa due volte, ma insegnare sotto sotto gli piace molto e prova una gran soddisfazione nel vedere i progressi dei suoi studenti. P.S. Meglio non dargli fastidio a lezione o si rischia di essere zittiti in modi non convenzionali. È curioso per le cose che gli interessano, ma non lo dà a vedere più di tanto; in linea di massima, è uno che ama stare per conto suo, anche perché spesso le persone lo guardano con un po’ di sospetto. In realtà, è uno con la testa sulle spalle (adesso… fino a 4-5 anni fa non proprio).
Razza: Umano - Mago, anche se un prozio da parte di madre - quello scapestrato del prozio Gianni - era un Mannaro. Le uniche cose che lo possono far presagire sono l’irsutismo facciale e il fatto che nelle notti di luna piena Elio non riesca a dormire bene. Forse anche il suo sviluppato senso dell’olfatto è correlato, ma lui non ha mai indagato.
AGGIORNAMENTO: dopo il rapimento di Adriel Morgan, Elio ha scoperto che - colpo di scena - in realtà è proprio un lupo mannaro! La cosa l'ha turbato profondamente e ora sta cercando di venirne a capo.
Tipo di oggetto magico: un laccio per capelli fatto intrecciando i peli del prozio Gianni (bleah!). A prima vista sembra un normale elastico un po’ spelacchiato, non dà nell’occhio, ma se ci si avvicina molto (insomma, devi averlo proprio sotto il naso) si sente un odore di cane bagnato. L’odore, comunque, non dà fastidio ad Elio, per qualche misteriosa ragione. Di solito ci si lega i capelli, oppure se lo tiene tra le dita a mo’ di anello.
Background: Il padre di Elio è un mago e letterato milanese di fama internazionale, nonché grande inventore di incantesimi, mentre la mamma è un’esploratrice di luoghi stregati con un passato da groupie sfegatata, proveniente dalla Valcamonica. È difficile capire come i genitori si siano conosciuti e frequentati all’inizio, perché da quando Elio ha memoria vivono separati. Il risultato è che Elio bambino veniva sballottato di qua e di là, una volta a un concerto degli Iron Maiden o ad esplorare una casa infestata, un’altra ad una conferenza sull’Orlando Furioso. L'infanzia e l'adolescenza di Elio sono state quindi un po’ particolari: Elio ha abbandonato e ripreso gli studi più volte, riuscendosi alla fine a diplomare con un annetto di ritardo alla Splendente, comunque con buoni voti. Proprio nell'anno in cui è stato bocciato per le troppe assenze, ha passato qualche mese per strada, completamente sballato. Alla fine ha conosciuto Mic, il suo amico di sempre, che l'ha convinto a tornare alla Splendente e a finire gli studi.
La sua vita è stata un continuo di esperienze e lavoretti diversi: tecnico del suono per concerti, studi di registrazione e qualche volta anche per canali TV, articolista per riviste di magia, doppiatore di web series… Sono solo alcune delle cose che ha fatto. Nel frattempo, tra un lavoretto e l’altro e facendo qualche serata con la sua band stoner, i Camaleonti Cosmici (nel ruolo di bassista e compositore), è riuscito a dare qualche esame di letteratura e musicologia ad un’università dei Normali, ma in modo discontinuo. Ad un certo punto purtroppo ha dovuto abbandonare la band perché, durante una prova in cui era preso particolarmente bene, ha pronunciato una formula magica e ha mandato per sbaglio un suo compagno in coma etilico. Ha ricevuto poi una lettera dalla Splendente, che lo invitava a tornare come professore. All’inizio era un po’ diffidente perché pensava che il padre l’avesse raccomandato, ma in realtà pare che i suoi articoli sulle riviste specializzate di magia gli abbiano fatto acquisire una certa fama di cui era del tutto inconsapevole (e poi figurarsi se il padre lo raccomanda in giro, quello scappato di casa di suo figlio. Anche se in realtà bazzica spesso a casa sua. Vabbè). Beh, come dire di no ad un contratto a tempo pieno? E così Elio ormai da un paio d’anni lavora alla Splendente.
AGGIORNAMENTO: dopo il rapimento di Adriel Morgan, Elio ha scoperto di essere un lupo mannaro. Il prozio Gianni l'aveva trasformato quando lui era più o meno preadolescente, ma la madre di Elio è riuscita a fare un patto con "la bestia" che si è insediata dentro di lui, per renderla dormiente per qualche anno. Ecco perché Elio è vissuto tutti questi anni senza mai trasformarsi. Pare che lo zio Gianni gli abbia detto due cose: la prima è che può riuscire a "controllare" le sue trasformazioni; la seconda è quella di contattare il branco del prozio.
Dettaglio non irrilevante: ha una dipendenza dalle foglie di tè Tsuki-cha, un particolare tè giapponese che viene colto soltanto durante la luna piena. In realtà lo Tsuki-cha non ha un buon sapore, quindi viene fumato. Ha effetti simili a quelli del normale tè, ma Elio ne fa uso soprattutto perché riesce a sopportare meglio la puzza di adolescente, amplificata dal suo olfatto sviluppato (sì, anche in una scuola di magia ci sono studenti che non si lavano).
Prestavolto: Fanart di Shota Aizawa di My Hero Academia (la prima apparentemente di edgysalvi, la seconda boh è su Pinterest ma non penso che la fonte sia esatta,  la terza di crazy_booker)


-------------------------------------------------------------------

Vilde Revven

https://i.imgur.com/imGzzPk.png

Scusate la lunghezza anche qui

Nome: Vilde
Soprannomi: nessuno. I suoi genitori hanno scelto il suo nome apposta perché non fosse possibile darle soprannomi. Le sue due sorelle più piccole però la chiamano søster (“sorella” in norvegese)
Cognome: Revven
Età: 17
Anno frequentato: Settimo
Aspetto fisico: È una altmer, cioè un’elfa alta, perciò ha i tratti tipici della sua razza: la pelle tendente al dorato e le orecchie a punta. Tiene di solito i capelli sciolti o in una treccia. È 1,76 m, che è un’altezza del tutto normale per gli elfi femmine. È però molto sottile, quindi non è particolarmente forte, ma è dotata di grande flessibilità. Porta sempre una croce d’argento attaccata alla divisa, come protezione contro i vampiri. Quando non indossa la divisa, si veste “all’antica”: abiti lunghi, gonne sotto il ginocchio, pantaloni e camicia. Non porterebbe mai dei jeans.
Carattere: Vilde è… una persona complicata. È seria e taciturna, infatti non ha nessun amico a scuola (salvo la sua compagna di stanza Koko, che non è proprio un’amica, ma ci va d’accordo). È una secchiona e va bene in quasi tutte le materie - a parte negli incantesimi di forza, per quelli proprio non c’è nulla da fare -, ma evita di farlo notare, più per il fatto che non le interessa che non perché sia umile. Ha un forte senso del dovere, quindi se ci sono cose da fare lei non si tira indietro, anche perché considera buona parte delle persone degli incapaci di fare un buon lavoro. Di fatto non se la tira esplicitamente, ma il suo modo di fare è per molta gente fastidioso. È una persona razionale e calcolatrice, ma a causa dei rapporti tossici all’interno della sua famiglia è anche molto insicura, perciò talvolta ha dei momenti in cui va in palla, reagendo in modo impulsivo e facendo cose senza senso. Non è priva di umorismo, anzi, ma ha una faccia da poker e si capisce difficilmente se trova una cosa divertente. Sa essere dolce e comprensiva, ma solo di chi si fida veramente, come le sue sorelle.
Razza: Altmer, elfa alta
Tipo di oggetto magico: La sua spada elfica di nome Sirte (lei quand’era piccola la voleva chiamare Simonetta, ma i suoi genitori non approvavano), un oggetto molto particolare. Ad ogni nuovo nato della famiglia Revven viene consegnata un’arma giocattolo, quando sono piccoli, e l’arma cresce con loro e con la loro potenza. All’inizio Sirte era quindi una spadina di legno, ma crescendo è diventata prima di acciaio smussato e poi sempre più affilata. Il prossimo step è che diventi d'argento puro, in grado di ferire mortalmente i vampiri. Vilde ha il permesso per portarla con sé, ma le è severamente vietato sguainarla, se non nel campo sportivo per fare allenamento.
Un po’ di cose da sapere sui di lei: Vilde è la primogenita della nobile casata dei Revven, una famiglia norvegese insignita dai regnanti della Norvegia del titolo di Sterminatori di vampiri. La casata fa seguire una disciplina durissima ai propri figli: fin dalla più tenera età, vengono allenati per diventare spietate macchine omicide di vampiri da una parte e leali servitori della corona dall’altro. Vivono quindi tutte le regole dell’etichetta nobiliare e dei valori cavallereschi di protezione dei più deboli (in particolar modo dei Normali, che vengono considerati come dei poveri menomati, essendo privi di magia, ma pur sempre degni di esistere), tuttavia non provano alcuna pietà per i vampiri, visti come creature infime anche se una volta erano esseri umani. All’età di 12 anni, in un ambiente controllato, assistono alla prima esecuzione di un vampiro; all’età di 17, devono farne fuori uno loro (di solito già catturato dalla famiglia e reso meno pericoloso tramite una serie di precauzioni). A complicare le cose, c’è il fatto che suo padre è un elfo estremamente severo, che ha usato un approccio un po’ manipolativo per crescere le figlie, tanto che loro credono di “doversi meritare il suo affetto”. La mamma di Vilde è morta per malattia quando la figlia maggiore aveva appena dieci anni, ma lei si ricorda che era una persona affettuosa, anche se un po’ sottomessa al marito. Vilde sa perfettamente l’italiano e frequenta la Splendente perché è una delle scuole di magia migliori in Europa, tanto che l’ha frequentata pure il padre, e perché è una delle poche in cui insegnano anche gli incantesimi in latino.
Dato che la sua famiglia è fortemente conservatrice, Vilde sa abbastanza poco di come funziona il mondo dei Normali e non ha nessuna dimestichezza con la tecnologia. È una completa incapace con computer, smartphone e così via. Si è adeguata alle biro perché ammette che sono comode. Eppure, in qualche modo incomprensibile, riesce a capire i meme (certo, non quelli che riguardano eventi del mondo Normale).
Ama l’arte, la musica classica e le ballate celtiche, ma una volta le è capitato di sentire una band black metal e le è piaciuta.
Siccome non è brutta, le capita di ricevere le attenzioni di ragazzi che vogliono provarci senza impegno. Talvolta ci sta, fa quello che deve e poi cancella loro la memoria.
Come tutti gli elfi alti, è vegetariana.
Prestavolto: Fanart di Integra Hellsing (dall’anime Hellsing), che ho modificato per farle le orecchie da elfa xD Purtroppo non riesco a risalire alle fonti originarie. La prima di sicuro è https://www.deviantart.com/kamimotidzuki ma ha tolto tutte le immagini, la seconda è un vero mistero (l’indirizzo sull’immagine non porta da nessuna parte).

Ultima modifica di Nietzsche (Il 20-11-2021 a 22h47)


https://i.ibb.co/KD4Qv3S/E-Uscita-la-nuova-gazzetta-4.png

Non in linea

#7 Il 14-09-2021 a 10h06

Girly
Verinise
Rainbow Flower! *-*
Messaggi: 1 380

ADRIEL MORGAN

https://i.imgur.com/LTNtizw.jpg

Nome/i: Adriel
Cognome/i: Morgan
Età: 16 anni, nato il 18 Luglio, segno zodiacale Cancro.
Anno frequentato: Sesto anno.
Lavoro: Dà una mano nella mensa della scuola.
Aspetto fisico: Adriel possiede dei tratti molto particolari. I suoi capelli sono argentei, quasi bianchi e gli occhi rosa/rossicci, caratteristiche che ha preso quasi totalmente dalla madre. E' alto circa un metro e settanta anche se ha ancora margini di miglioramento data la sua giovane età. E' un ragazzo snello e atletico, ma non troppo muscoloso, e la sua carnagione è piuttosto pallida. Il viso è magro e smunto con un naso appuntito e leggermente all'insù. Le orecchie sono piccole e delicate così come la bocca e le mani dalle dita affusolate.
Carattere: Adriel è una ragazzo dal carattere molto gentile. E’ sempre pronto ad aiutare gli altri ed è particolarmente sensibile alle emozioni altrui. Non è né troppo estroverso né introverso, tende a comportarsi in maniera cordiale ed onesta con tutti. Di rado fa il primo passo nelle relazioni, ma se vede qualcuno che sta male o è in difficoltà è il primo a farsi avanti. Gli piacciono molto i bambini, nel senso che nutre un forte bisogno di accudirli e proteggerli. Adora insegnare loro cose nuove, aiutarli a fare i compiti o semplicemente stare con loro. Sicuramente se mai avrà figli sarà un ottimo padre. Peccato che nelle relazioni amorose non sia proprio una cima. Con le ragazze è spesso timido e ha difficoltà a relazionarsi con loro. Nello studio e nel lavoro Adriel è un ragazzo molto serio e professionale, cerca di impegnarsi al massimo in quello che fa. Gli piace inoltre andare in bicicletta e cucinare. In compenso è incapace in qualsiasi cosa riguardi la creatività e l’esprimere sé stessi. Preferisce ad esempio usare incantesimi da tempo esistenti e che conosce bene oltre a ricette che sa per certo cucinare. Da questo punto di vista lo si direbbe un tipo prudente e che non riesce mai a lasciarsi andare totalmente, ma la realtà è che manca totalmente di fantasia.
Razza: E' figlio di un mago e di una banshee.
Tipo di oggetto magico: Adriel possiede un pettine d’oro che porta sempre con sé. Un tempo apparteneva a sua madre ed è decorato finemente con il volto del capostipite della famiglia a cui lei era legata.
Varie ed eventuali: I suoi genitori si conobbero nelle Highland scozzesi. Il padre era un mago in cerca di avventure e misteri, mentre sua madre una banshee che aveva appena perso l’ultimo discendente della famiglia che proteggeva. Per questo motivo vagava piangendo tra le verdi colline e ignorava qualsiasi cosa le accadesse intorno. Il giovane mago inglese però non riuscì in alcun modo ad evitare di udire quei lamenti e alla fine nonostante sapesse di incorrere in un pericolo accorse in aiuto della bella fanciulla. In realtà non si aspettava che lei si mostrasse così liberamente e per un attimo la paura prese il sopravvento in lui dato che conosceva la leggenda per cui le banshee apparissero solo agli occhi di chi stava per morire. In un istinto di sopravvivenza si preparò ad attaccare, ma la donna si accasciò a terra arrendendosi completamente. Non aveva più senso per lei continuare ad esistere una volta scomparsa la sua famiglia protetta. Vedendo però che non veniva attaccata alzò gli occhi e fissò quelli azzurri del giovane uomo che aveva davanti. Da quel momento trovò la sua nuova missione di vita. Fu come dire… amore a prima vista per entrambi. E nonostante le differenze culturali, magiche e le ovvie rivalità tra i propri Paesi e famiglie di origine si amarono ed ebbero un figlio. Non era però tutto rose e fiori dato che la gente del luogo non accettò mai la loro unione e la coppia fu costretta ad emigrare in Italia, trasferendosi in una piccola casa dispersa fra le colline toscane. E straordinariamente furono accolti meglio del previsto e il loro bambino crebbe senza troppi problemi, felice con la sua bicicletta.
Prestavolto: Aru Akise – Mirai Nikki

Spoiler (clicca per vedere)


_._._._._._._._._._._._._._._._._._._._._._._._._._._._._._._._._._


SOLEDAD ESPOSITO

https://i.imgur.com/J9KHm6s.jpghttps://i.imgur.com/Xoomune.jpg

Nome/i: Soledad, ma preferisce farsi chiamare Sol
Cognome/i: Esposito
Età: Non sa il suo vero mese o giorno di nascita, ma solo l’anno, 2004
Anno frequentato: Settimo
Aspetto fisico: Soledad è una ragazza decisamente bella. Il suo fisico è snello, ma con le curve al punto giusto, è molto alta, più alta dei maghi normali, e la sua carnagione è ambrata. I capelli le arrivano poco oltre le spalle e sono leggermente mossi, di un biondo cenere molto chiaro. Il viso è leggermente appuntito con delle sopracciglia scure decisamente importanti. Gli occhi e le orecchie cambiano in base alla trasformazione. Quando è sotto forma di Normale ha gli occhi color ambra tendenti  al verde/giallo e le orecchie normali, quando è nella sua vera forma di elfa gli occhi le diventano completamente neri con piccole luci simili a stelle, le orecchie diventano appuntite e si possono vedere tre mini globi luminosi accompagnarla ovunque va.
Carattere: Soledad è una ragazza molto estroversa e strafottente. Non si fa problemi a dire bugie ma a volte non riesce a trattenersi e dice tutto quello che le passa per la testa. Ci prova praticamente con tutti gli uomini belli o ragazzi carini che le capitano a tiro, anche quelli molto più grandi di lei o impegnati. Per questo si ritiene una donna abbastanza navigata, nonostante la giovane età. E’ parecchio vanitosa, ci tiene molto alla sua bellezza. E’ anche parecchio sensibile e fragile anche se non lo da mai a vedere. Infatti non si offende mai ed è raro che si arrabbi, ma potrebbe prenderla male se le insultate i genitori. In quel caso potrebbe scatenare tutta la sua ira funesta.
Razza: Mezz’elfa Splendente
Tipo di oggetto magico: Un paio di orecchini molto preziosi  raffiguranti un sole e una luna, unico ricordo della sua famiglia.
Storia: Una notte di tempesta, a Napoli, una bambina venne ritrovata sulla vecchia ruota della Basilica dell’Annunziata. Nonostante non più in uso da secoli e quindi chiusa, la ruota era stata in qualche modo aperta e un fagottino era stato ritrovato all'interno. Delle suore recuperarono la bambina, ma appena videro il suo aspetto si spaventarono molto e volevano gettarla nel fuoco come figlia del demonio. La Madre Superiore però si oppose e si offrì di crescere la bambina e di prendersene cura. Appena raggiunti i tre anni di età però delle luci cominciarono ad accompagnare la bimba, inoltre accadevano cose strane quando veniva fortemente sgridata tanto che per poco la madre superiore ci restò secca. Non si sa veramente cosa sia successo, nessuno ha mai avuto il coraggio di parlarne. Sta di fatto che la bambina fu mandata in orfanotrofio dove la sua vita si trasformò in un inferno. Continuamente presa in giro e picchiata dagli altri bambini per il suo aspetto, la piccola preferiva stare da sola, in un angolo nascosto del cortile dove giocava. Venne così chiamata Soledad: “Solitudine” mentre il cognome le era stato affibbiato dalle suore. Raggiunti i 14 anni di età ormai Soledad era una ragazza dal carattere forte, che non si faceva più mettere in testa dagli altri ragazzi e che sapeva benissimo cavarsela da sola. Nel corso degli anni aveva imparato a difendersi con la forza, ad usare anche le parole per ferire gli altri, ma soprattutto ad essere ammaliante e persuasiva quando era necessario. Inoltre aveva scoperto i suoi poteri e aveva imparato ad utilizzarli riuscendo ad assumere un aspetto normale, anche se la sua magia era ancora piuttosto acerba, come se mancasse un pezzo fondamentale. E scoprì solo allora degli orecchini. La madre superiora prima di morire le consegnò un biglietto scritto in spagnolo e gli orecchini che aveva tenuto lei per tutti questi anni. Soledad si arrabbiò molto per averle nascosto tutto questo e se ne andò senza nemmeno dirle addio, lasciandola morire nel dolore di un mancato soccorso. In quell'occasione fuggì dall'orfanotrofio e imparò a vivere alla giornata compiendo qualche piccolo furto e conoscendo vari uomini. Fu durante uno dei suoi furti che un uomo tentò di rubarle gli orecchini e fu allora che scoprì finalmente quanto era potente. Libera ormai da ogni limitazione o pericolo (o almeno così pensava) lavorò per un paio d’anni in una famiglia benestante, finché non venne Halloween 2021. Uno spirito durante la notte le rivelò che lei era in parte strega e in parte elfa, più esattamente di una razza chiamata Splendente, che gli orecchini erano il suo oggetto magico e che per ritrovare i suoi genitori avrebbe dovuto prima imparare a controllare la magia tramite una scuola lì in Italia. Soledad non se lo fece ripetere due volte. Con i pochi soldi che era riuscita a rubare alla famiglia e una valigia in mano partì quella notte stessa, raggiunse la porta magica che le era stata indicata dal fantasma e raggiunse la Scuola di Magia e Stregoneria la Splendente, esattamente come la sua razza. A 17 anni era pronta a cominciare un nuovo capitolo della sua vita pronta ad imparare e soprattutto a ritrovare i suoi genitori. Perché l’avevano abbandonata?
Prestavolto: Fan art di Girly_M (Maryam Mobarki su instagram), seconda immagine modificata da Nietzsche.

Spoiler (clicca per vedere)

Ultima modifica di Verinise (Il 18-11-2021 a 00h16)


https://i.imgur.com/IPrE6zS.jpg

Non in linea

#8 Il 10-10-2021 a 21h12

Superstar
blairwnice
Senti NANA... ❤
Luogo: Roma
Messaggi: 23 844

https://photo.myfashiongirl.it/it/1/76/moy/60326.jpg

Nome/i:Isabella (Bella per gli amici)

Cognome/i: Grimaldi

Età: 18 anni

Anno frequentato: ottavo

Lavoro: quando riesce da una mano in biblioteca.

Aspetto fisico: altezza nella norma, carnagione chiara e capelli corvini. I suoi occhi cambiano colore a seconda dell'umore, essendo molto empatica vi capiterà di vederli tendenti al

    Rosso: Rabbia, imbarazzo, passione e lussuria.
    Blu: Timidezza, tristezza e calma.
    Giallo: Vigliaccheria, felicità o pericolo.
    Verde: Disgusto, invidia, nausea, amicizia, o avarizia.
    Grigio: Depressione.
    Nero: Freddezza o lutto.
    Rosa: Imbarazzo, gioiosità e amore.
    Bianco: Nausea, shock, paura.


Carattere: Ha un carattere riflessivo,preferisce osservare molto prima di lasciarsi andare. Ha problemi nel fidarsi del prossimo ma se entri nel suo cuore non ti volterà le spalle. In genere è gentile ma nasconde un lato oscuro.

Razza: le sue origini non le sono chiare, ha un aspetto umano

Tipo di oggetto magico: bacchetta magica, ma possiede alcuni cimeli tra cui un anello il cui uso è ancora ignoto

Varie ed eventuali: top secret, sono molte le cose che non conosce di se e delle proprie origini. Per caso ha scoperto di essere incline alla magia. Una sua conoscente, ex membro della scuola l'ha convinta ad iscriversi, probabilmente è l'unico modo per imparare a controllarsi e scoprire le sue origini

Prestavolto: art di Aimee Lynette

Ultima modifica di blairwnice (Il 22-11-2021 a 23h32)


https://photo.myfashiongirl.it/it/1/26/moy/20168.jpg

Non in linea

Pagine : 1