Home

Forum- My Fashion girl.it, gioco di moda! Gioco di ragazze e per ragazze!

Pagine : 1 2 3 4

#1 Il 04-09-2021 a 15h38

Moderatore
Artemis97
...
Messaggi: 2 134

https://i.imgur.com/Eo3wQw6.jpg


SALA COMUNE + CUCINA

La sala comune è generalmente usata per i pasti, ma si può anche usare per studiare, fare i compiti o incontrarsi con gli amici e chiacchierare.

Gli orari per i pasti sono i seguenti:
-COLAZIONE: dalle 7 alle 9
-PRANZO: dalle 13 alle 15
-CENA: dalle 19 alle 21

Al di fuori di questi orari, la cucina sarà chiusa. Ci si serve autonomamente.

La sala comune non verrà chiusa a chiave durante la notte.

VIETATO il danneggiamento volontario, anche se parziale, di tutto ciò che è presente in sala.


https://i.imgur.com/2OD2E7t.jpg

In linea

#2 Il 18-09-2021 a 12h09

Moderatore
Artemis97
...
Messaggi: 2 134

Originariamente scritto da albanera il 18/09/21 alle 01:12, spostato nel topic giusto /modules/forum/img/smilies/epingle.gif


Ylla

In cucina

“ed io tra di voi, che cosa faro’ mai?..” no, non e’ un incantesimo ,canticchio mentalmente questa canzone, mentre provo a destreggiarmi tra gli utensili di questa nuova cucina. Non la conosco, non conosco nulla di chi mi sta accanto e collabora con me o farei meglio a dire che sono io quella che collaborare con loro. Perché la verità è questa: tutto mi è celato, tutti mi sembrano distanti ma faccio il mio lavoro, questo mi vien chiesto di fare. So cucinare? E allora la risposta è si. Il resto non deve interessarmi. Non provo neanche ad ascoltare le loro conversazioni. Mi occupo di preparare i piatti da servire in mensa non di pubbliche relazioni. Non son buona con quelle. Sorrido a questo pensiero. Per fortuna nessuno mi vede. Abbasso il capo, verso il ripiano accanto ai fornelli. “Devo fare il mio lavoro!” Mi ripeto mentalmente. Non devo per forza imbastire conversazioni con chicchesia, ne dentro la cucina, ne’ in mensa né da nessun altra parte della scuola . Infondo che conversazione si puo’ fare con una cuoca? Con questa consapevolezza mi metto all’opera, voglio preparare qualcosa di buono. "Si va in scena”  ma come preparo qualcosa senza il mio mestolo? Bene, trovato. Posso iniziare…


https://i.imgur.com/2OD2E7t.jpg

In linea

#3 Il 22-09-2021 a 21h51

Girly
Verinise
Rainbow Flower! *-*
Messaggi: 1 380

Adriel Morgan

https://i.imgur.com/mmX1ppE.jpg

Neanche il tempo di sistemarmi per bene in camera che già mi avevano messo ai fornelli. Del resto ero arrivato in ritardo ed era anche giusto che mi dessi una mossa.
Il menù non sembrava essere troppo cambiato perciò sapevo più o meno cosa cucinare. E menomale perchè non avrei saputo forse adeguarmi ad altri piatti fantasiosi o strani. Preferivo le cose abbastanza semplici. Anche i colleghi erano più o meno quelli degli scorsi anni, sempre pettegoli e spiritosi, la maggior parte a conversare su come avevano passato le vacanze. Non mi unii a loro e oltretutto nessuno me lo chiese. Del resto ogni mia estate era simile, almeno ai loro occhi. Mi rendevo conto che risultasse piuttosto noiosa con me che stavo semplicemente a casa o nei dintorni e i miei colleghi che invece facevano viaggi incredibili. Però a me bastava la famiglia, gli amici e la bicicletta per essere felice. Non avevo bisogno di andare in chissà quale parte sperduta del mondo.
Perciò mi misi semplicemente a cucinare . Mi accorsi dopo un bel po' a dire il vero che c'era una nuova cuoca. Era piuttosto bassina e non riuscivo a vederne il volto così concentrata com'era. La fissai per un attimo mentre sembrava alla ricerca di qualcosa. Già ero pronto ad aiutare ma non feci nemmeno in tempo che già aveva trovato quello che stava cercando. Si trattava di un mestolo e la guardai sempre più confusa. A che cosa le serviva se non stava preparando niente di liquido? Sbattei le palpebre poi mi scossi.
"Meglio tornare al lavoro" mi dissi. Lanciai un Giocare Col Fuoco per accendere il fornello e dopo essermi rimesso il mio pettine in tasca cominciai a mettere i primi ingredienti nella pentola.


https://i.imgur.com/IPrE6zS.jpg

Non in linea

#4 Il 08-10-2021 a 15h33

Moderatore
Artemis97
...
Messaggi: 2 134

Nikolas Axel Fox-Lombardi

SALA



Ho appena finito di pranzare e onestamente non ho voglia di tornare in camera. Riporto al bancone il vassoio con i miei piatti e torno al tavolo vuoto. Penso che studierò un pochino, fra un paio di settimane ci sarà un compito e non sarebbe una cattiva idea iniziare un po' in anticipo una volta tanto.
Tiro fuori il libro, il quaderno, matita, penne ed evidenziatore. Non riesco a studiare senza fare i riassunti in tre colori diversi: è un po' un problema perché perdo il doppio del tempo, ma almeno ripeto più facilmente.
Ma questo viene dopo, al momento sono ancora al primo passaggio: leggere e sottolineare a matita le cose importanti e con l'evidenziatore (solo ed esclusivamente quello verde) le parole chiave e i concetti più importanti.


https://i.imgur.com/2OD2E7t.jpg

In linea

#5 Il 08-10-2021 a 15h54

Prezzemolina
Clio79
Quello di cui ho bisogno per sopravvivere è il dente di leone che fiorisce a primavera.
Messaggi: 2 011

Kokoro Taira
CORRIDOIO + SALA


Ho trascorso sul prato più tempo di quanto inizialmente preventivato, rimanendo seduta prima a meditare e poi a sonnecchiare per un po' (circa un'oretta e mezza, ma ehi: ero in carenza di sonno).
Nessuna sorpresa, quindi, che il mio povero stomaco brontolasse sonoramente, visto che avevo finito con il saltare il pranzo.
Per questo motivo, con ancora i libri della mattina e dei fiori raccolti sul prato mentre rientravo, mi stavo dirigendo in mensa.

"Ho bisogno di una buona merenda." penso

E con questo pensiero fisso in mente, entro nella grande sala; ho mosso qualche passo in direzione del bancone del cibo, quando scorgo una figura familiare china sui libri.
Cambio direzione e, senza dire nulla, mi siedo al suo tavolo; solo quando solleva gli occhi un po' sorpreso, lo saluto:

- Ciao, cosa stai studiando? -


https://i.ibb.co/bHS5wk7/E-Uscita-la-nuova-gazzetta-5.png

Non in linea

#6 Il 08-10-2021 a 16h11

Moderatore
Artemis97
...
Messaggi: 2 134

Nikolas Axel Fox-Lombardi

SALA



Sto leggendo e sottolineando da un po' e ho fatto anche qualche schema dei primi paragrafi, quando sento qualcuno che si siede al mio tavolo. Alzo gli occhi e incrocio lo sguardo Koko, che mi fissa e mi chiede cosa sto studiando.

-Ehi Koko! Studio storia, fra un paio di settimane abbiamo il compito e mi porto un po' avanti, strano ma vero - rido leggermente, in genere mi riduco sempre all'ultimo e lei lo sa benissimo. Non so come sia possibile, è più forte di me.

-Tu invece? Non ti ho vista a pranzo, che hai fatto di bello?- E poi, giusto perché ho preso da mia madre e non riesco a smettere di preoccuparmi, aggiungo -Ma hai mangiato?-. Sembra sempre che tutte le mie conversazioni ruotino intorno al cibo, ma giuro che non è così. Ormai mi viene naturale chiederlo, sembro davvero mia madre. O, meglio ancora, mia nonna.


https://i.imgur.com/2OD2E7t.jpg

In linea

#7 Il 08-10-2021 a 16h20

Prezzemolina
Clio79
Quello di cui ho bisogno per sopravvivere è il dente di leone che fiorisce a primavera.
Messaggi: 2 011

Kokoro Taira
SALA


- Beh, di sicuro è una buona idea. Anch'io ho iniziato a studiarla: avrei dovuto finire oggi il secondo capitolo, ma ho fatto la lavativa.
Sono stata nel parco a meditare... Finché non mi sono addormentata! - rido di me stessa e prendo a giocherellare con uno degli evidenziatori di Nik.

- In realtà, non ho riposato molto bene ieri notte, così ho abbandonato l'idea di studiare e sono andata nel parco.
Comunque, alla fine non ho mangiato: in quelle ore sonnecchiavo beatamente sotto una dells querce, quindi ho pensato di passare per una merenda - dico e il mio stomaco sceglie proprio questo momento per brontolare sonoramente.

"Kami*, che imbarazzo!"

*Dio


https://i.ibb.co/bHS5wk7/E-Uscita-la-nuova-gazzetta-5.png

Non in linea

#8 Il 08-10-2021 a 16h43

Che classe
albanera
La mia forza è la mia assolutà fragiltà...
Messaggi: 4 198

Ylla
prato-cucina-sala mensa

Ho avuto la luna di traverso per un po’ di giorni, sono lunatica infondo. Questo è sempre stato il mio peggior difetto ma ci convivo da una vita e come si dice? Pace! Alla fine si viene a patti con se stessi e o ci accetta oppure diventa un grosso problema- Mi allungo la strada  che porta da casa a scuola. Potrei contare i passi, sono pochi ma ho bisogno, di agire con calma, di muovermi silenziosa e di non attirare attenzione su di me. Per questo,  i cento passi che mi separano dal mio posto e che percorro in pochi minuti, quest’oggi diventano duecento per la mia lentezza nei piedi ma che mi servono a rilassarmi e a ritrovare la calma perduta. Apriti Sesamo e qui davvero mi vien da ridere. Ma si puo’ davvero? E comunque la porta della cucina si apre. Noi dipendenti della cucina e mensa, abbiamo un’entrata laterale, proprio per non intralciare quella del preside, dei professori e degli studenti. Infondo è giusto cosi, e a me va bene per certi versi, anche se di tanto in tanto una sbirciatina la do sempre, quando escono per la pausa o per la fine delle lezioni. Sono piuttosto composti e seri almeno fin che sono sull’ uscio del portone, ma sul prato la fierezza dei loro anni si fa sentire, edè comunque un gran bel godimento. Pensieri ,pensieri in libertà ,tanto per sgranchire nuovamente il cervello e schiarirmi le idee su dove sono e cosa sono- Buongiorno.- Saluto i collaboratori in cucina e lo chef che mi manda un’occhiataccia per il gran ritardo. Con l’indice tirato su gli indico che è la prima volta (non è vero ma non si è mai accorto tranne che oggi) e accompagno il gesto con viso dai tratti contriti. Lo chef si volta, mi da le spalle e torna al suo posto senza fiatare ed io, indossata la mia divisa e sistemata alla ben e meglio la mia chioma rossa nella cuffia  d’ordinanza mi butto a capofitto sul mio lavoro, e tra una cipolla sfogliata e qualche patata sbucciata, butto l’occhio nella sala mensa-“ che belli sono” penso con lo sguardo intenerito due ragazzi  che conosco un po’ di piu’ tra tutti gli altri. Uno perso tra i libri e l’altra accanto che sembra voler esortarlo a staccare per un momento. “Mi piacerebbe proprio…” e do uno sguardo verso una delle finestre che sporgono verso il prato “forse potrei…appena mi libero un po” e una mezza idea ce l’ho


https://i.postimg.cc/NFYjMCq5/banner-gazzetta-novembre.png

Non in linea

#9 Il 08-10-2021 a 16h52

Moderatore
Artemis97
...
Messaggi: 2 134

Nikolas Axel Fox-Lombardi

SALA



Evito di dire a Koko che io praticamente ho appena iniziato a studiare... fortuna che ha fatto la lavativa, è almeno un capitolo più avanti di me, come sempre. Rido un po' anche io al pensiero di Koko che si addormenta sotto un albero, non sarebbe neanche la prima volta.

-Mmh capisco. Spero niente di grave... forse il cambio di stagione? Io ho avuto un po' freddo stanotte, mi sono alzato stamattina presto per mettere su il piumino!- rido di gusto ripensando a questa mattina. Stavo davvero congelando, mi sono svegliato e non riuscivo più ad addormentarmi, mi sono dovuto alzare per forza. Eppure adesso c'è un bel sole fuori. Forse sono io che sono troppo freddoloso.


https://i.imgur.com/2OD2E7t.jpg

In linea

#10 Il 08-10-2021 a 17h06

Prezzemolina
Clio79
Quello di cui ho bisogno per sopravvivere è il dente di leone che fiorisce a primavera.
Messaggi: 2 011

Kokoro Taira
SALA


Ancora un po' imbarazzata (stomaco dei miei stivali, nemmeno se fossi digiuno da giorni!) rispondo:

- Mm, non credo.
Sai, quando sento freddo, istintivamente muto nella mia forma animale: la pelliccia è molto meglio del piumino.
Ma sta mattina ero umana, perciò non penso di aver dormito male per via del clima più rigido.
Proprio non me lo spiego, davvero. - dico, facendo spallucce e continuando a giocare con l'evidenziatore.

Mi perdo un po' nei miei pensieri, poi mi riscuoto e dico:

- Sarà meglio che vada a prendere qualcosa da mangiare, prima che il mio stomaco si faccia sentire di nuovo. -

Rido un po' divertita e un po' imbarazzata; inizio a camminare in direzione del bancone, poi torno indietro e prendo i fiori che ho raccolto.

- Per Ylla-sensei - dico ad un Nik che mi guarda perplesso.

Spero di incontrare la cuoca, ma anche se non dovesse essere al bancone la farei chiamare: non la vedo dalla sera della festa e mi farebbe piacere salutarla.

"Poi ricevere dei fiori fa sempre piacere" penso, guardando il mazzolino che ho raccolto.

Ultima modifica di Clio79 (Il 08-10-2021 a 17h08)


https://i.ibb.co/bHS5wk7/E-Uscita-la-nuova-gazzetta-5.png

Non in linea

#11 Il 08-10-2021 a 17h45

Moderatore
Artemis97
...
Messaggi: 2 134

Nikolas Axel Fox-Lombardi

SALA



Beh, anche io vorrei trasformarmi in una volpe con la pelliccia calda, nelle sere d'inverno, sai che bellezza stare al calduccio.
Guardo Koko ancora un po' imbarazzata, poco fa le ha brontola ti lo stomaco per la fame. Dice che va a prendere qualcosa, si incammina verso il bancone ma subito torna indietro per prendere dei fiori che aveva con sé. Devo averla guardata un po' perplesso, perché mi spiega che sono per Ylla. Non la vediamo dalla sera della festa, non mi dispiacerebbe farle un saluto.
Mentre Koko è al bancone, finisco lo schema che avevo iniziato prima.


https://i.imgur.com/2OD2E7t.jpg

In linea

#12 Il 08-10-2021 a 18h40

Che classe
albanera
La mia forza è la mia assolutà fragiltà...
Messaggi: 4 198

Ylla
Cucina-sala mensa
Ne ho abbastanza di pelare patate sgranare piselli, i contorni basterebbero per una settimana intera e io ho voglia di muovermi. Ci sono giorni che soffro lo stare rinchiusa in quattro mura, letteralmente. Gli odori della cucina possono inebriare, stuzzicare ma alla lunga per chi ci lavora, per chi è solo un mestierante del fornelli come me, annoia. E poi...mi pulisco le mani sul grembiule e allungo il capo sull'uscio dela porta che si trova tra la cucina e la mensa. Eccoli quei due ragazzi, sembrano confabulare per un po', la ragazza senz'altro è un po' meno secchiona e questo di lei mi fa simpatia, il ragazzo sembra essere un po' piu' serioso e portato per i libri..."santo cielo, quei due, hanno bisogno di svagarsi per un po'" l'idea ce l'ho da un bel po', ma devo sbarazzarmi dello chef che oggi piu' che mai sembra tenermi d'occhio piu' del dovuto e non certo per simpatia. Arriccio il naso con dispetto e torno in cucina dopo esser stata redarguita con -(chef)- Signorina Domitilla, si dorme ancora dalle sue parti?- tuona con il suo vocione. Avete presente quando si imbriglia un cavallo selvaggio?  pressapoco sono cosi. Oggi mi sento in questo modo anche perchè da lontano scorgo KOko con un mazzetto di fiori venire verso la mia direzione. Adoro i fiori anche se non vorreei vederli recisi ma in quel momento lo apprezzo tantissimo. "Devo sbarazzarmi di quell'uomo" ho poco tempo e una magia malferma ma tanto bastera' perchè io possa agire. Strizzo l'occhio verso la ragazza e le faccio segno di fermarsi con la mano, e sempre a gesti indico la direzione del prato laddove spesso nelle giornate miti i ragazzi si fermano per pranzare. Spero abbia capito che non sto rifiutando il suo gesto e che io stessa voglio regalar loro un momento di serenita' e spensieratezza-Tu non puoi passare congelo per un attimo l'energumeno sperando nella mia povera forza magica e rincaro con-Oggetti smarriti mi basta affinchè due tovagliette ,posate e bicchieri, con un cesto di frutta e panini farciti ,raggiungono il tavolo all'esterno. L'enegumeno è in stand-by ma lo sara' per poco tempo, sono troppo debole per resistere. Mi affaccio veloce verso la sal mensa e con un filo di voce rivolgendomi alla ragazza che mi è piu' vicino le dico-andate fuori- afferro' quasi strappandole di mano il mazzettino di fiori, sperando sia davvero per me,e la ringrazio sorridendole spensierata. Il tempo di vederli allontanrsi verso l'esterno e l'enegumeno riprende i "sensi" . Adesso so che passero' un brutto quarto d'ora ma fa nulla, ho fatto cio' che dovevo.

Ultima modifica di albanera (Il 08-10-2021 a 18h41)


https://i.postimg.cc/NFYjMCq5/banner-gazzetta-novembre.png

Non in linea

#13 Il 08-10-2021 a 19h30

Prezzemolina
Clio79
Quello di cui ho bisogno per sopravvivere è il dente di leone che fiorisce a primavera.
Messaggi: 2 011

Kokoro Taira
SALA - POCO FUORI LA MENSA


Sto giusto per arrivare al bancone, quando noto Ylla; sto per salutarla, quando vedo che mi fa cenno di fermarmi con la mano.

"Che succede?" mi chiedo, mentre il saluto mi muore in gola.

Poi vedo che mi strizza l'occhio e mi indica lo spiazzo esterno dove gli studenti, alle volte, sono soliti mangiare con la bella stagione.

- Udite, udite! Nikels, non so esattamente cosa sta succedendo, ma mi raggiungeresti nello spiazzo esterno? Ti aspetto lì - dico forte e chiaro, sapendo che la mia voce può giungere solo al mio amico.

Inizio a dirigermi verso lo spazio esterno,  certa che Nik mi seguirà da lì a poco; ho fatto pochi passi, quando vedo Ylla affacciarsi di nuovo al bancone.

Mi fermo, cercando di capire cosa mi sta sussurrando.

"Eh, sì. Avevo capito bene: vuole che andiamo verso l'esterno" penso, mentre le lascio prendere il suo mazzolino di fiori e l'osservo tornare frettolosamente in cucina.

"Mm, forse è impegnata..."

Raggiungo lo spazio esterno e ad attendermi trovo un tavolo apparecchiato per due; mi commuovo e il mio stomaco più di me, visto che tra una chiacchiera e l'altra si è quasi fatta ora di cena e io non ho ancora toccato cibo.

- Udite, udite! Grazie per il pensiero gentile: spero che non finirai nei guai per questo.
Non appena finisci di lavorare e se ti fa piacere, raggiungici pure: ci piacerebbe poter parlare di nuovo con te.
Oh, spero che i fiori ti piacciano! - dico, pensando intensamente alla cuoca per farle arrivare il mio messaggio.
La mia agenda brilla nella sua solita posizione, attacata alla cintura.

Una volta lasciato il mio messaggio, prendo posto al tavolo e aspetto che arrivi Nik.

Ultima modifica di Clio79 (Il 08-10-2021 a 19h43)


https://i.ibb.co/bHS5wk7/E-Uscita-la-nuova-gazzetta-5.png

Non in linea

#14 Il 08-10-2021 a 19h56

Moderatore
Artemis97
...
Messaggi: 2 134

Nikolas Axel Fox-Lombardi

SALA, poi prato poco fuori



Sto ormai finendo di leggere e sottolineare l'ultimo paragrafo, quando sento chiara e forte la voce di Koko. Alzo lo sguardo ma non la vedo e riconosco subito l'Udite, udite che ho utilizzato anche io la sera della festa. La sento chiedermi di raggiungerla nello spiazzale esterno poco fuori la sala e inizio subito a mettere via tutte le mie cose per raggiungerla.
Quando esco il sole è già calato, ma fortunatamente ci sono delle luci esterne e non siamo completamente al buio. Vedo Koko già seduta ad un tavolo apparecchiato per due e sono un po' sorpreso: che sia stata la cuoca? Dopo devo decisamente ringraziarla, è stata un'idea davvero carina
Mi affretto a sedermi anche io.


https://i.imgur.com/2OD2E7t.jpg

In linea

#15 Il 08-10-2021 a 22h13

Prezzemolina
Clio79
Quello di cui ho bisogno per sopravvivere è il dente di leone che fiorisce a primavera.
Messaggi: 2 011

Kokoro Taira
SPIAZZO ESTERNO


- Eccoti.
Ylla-sensei ha voluto farci una piccola sorpresa - dico, non appena Nik prende posto al tavolo.

Curiosa, apro il cestino ed inizio a tirar fuori ogni genere di leccornia che è possibile mangiare direttamente con le mani.

- Beh, non mi aspettavo tutto questo: potremmo sfamare almeno un altro paio di studenti! - affermo, guardando l'abbondanza che abbiamo davanti.

Guardo Nik con fare scherzoso:

- Ti conviene prendere ciò che vuoi mangiare: è tanto cibo, ma io non mangio dalla scorsa sera. Itadakimasu* - dico, strascicando la 'u' e unendo le mani in segno di ringraziamento.

Afferro un panino e gli dò un morso; il mio stomaco mi ricompensa con un mugolio soddisfatto.
Lo finisco completamente prima di riprendere a parlare (avevo bisogno di energie, insomma!)

- Come è stata la tua giornata? Oggi non ci siamo visti quasi per nulla -

*Buon appetito

Ultima modifica di Clio79 (Il 08-10-2021 a 22h29)


https://i.ibb.co/bHS5wk7/E-Uscita-la-nuova-gazzetta-5.png

Non in linea

#16 Il 08-10-2021 a 22h23

Che classe
albanera
La mia forza è la mia assolutà fragiltà...
Messaggi: 4 198

Ylla
cucina-esterno prato
"Basta davvero poco". e io mi sento appagata. Nessun gesto eclatante, nulla di materiale eppure quello che vedo mi piace. Si che ho gradito ,si che mi fa felice esser qui, malgrado la cucina. Mi sono imbucata da sola in questo posto, mi sono allontanata volontariamente dal mondo e invece cio' che vedo, sbirciando dalla finestra mi fa star bene. Lo chef è andato via, in cucina sono rimasta  io, fa nulla se mi tocca lavare ogni pentola,ogni singola posata o ciotola, era il prezzo che sapevo di dover pagare per quel che avevo fatto, e anche se per quel giorno ero diventata anche una sguattera, andava bene comunque perchè infine, rimasta sola a fine giornata ,dopo tutto il lavoro, potevo uscire, andare da loro portando un vasetto di conserva riempito d'acqua con dentro quel mazzolino di fiori. Mi tolgo finalmente il grembiule ormai imbrattato, via anche la cuffia ,ricompoingo velocemente i capelli, e vado da loro- questo è per voi, credo stiano benissimo su questo tavolo, portano un tocco di colore- esordisco,posando il vaso di fiori improvvisato li dove erano seduti difronte l'uno all'altro i due ragazzi.


https://i.postimg.cc/NFYjMCq5/banner-gazzetta-novembre.png

Non in linea

#17 Il 08-10-2021 a 23h00

Moderatore
Artemis97
...
Messaggi: 2 134

Nikolas Axel Fox-Lombardi

SPIAZZO ESTERNO



-Accidenti, alla faccia del pensierino... Sembra tutto buonissimo! E anche a me è venuta fame nel mentre-

Davvero sembra tutto buono e Koko si mangia subito un panino. Doveva essere davvero affamata, ha anche saltato il pranzo: la guardo mentre mangia di gusto e mi viene da sorridere. Prendo anche io un panino e do un morso.

-Tutto bene dai, ma non ho fatto niente di speciale in realtà. Dopo le lezioni sono andato direttamente in sala. Prima ho sistemato gli appunti di questa mattina e ho fatto un po' di compiti per lunedì, poi ho pranzato e mi sono messo a studiare storia. Non avevo iniziato da molto quando sei arrivata-. In effetti è stata una giornata normale, le lezioni sono state interessanti. E oltre al freddo gelido di questa mattina non è successo niente di rilevante.

Stiamo parlando ormai da un po' quando Ylla si avvicina a noi e poggia sulla tavola un vasetto con i fiori che prima aveva in mano Koko.

-Sono davvero belli- dico, un po' ad entrambe e un po' a me stesso, sfiorandoli con la punta delle dita. -E grazie per la cena, i panini erano davvero ottimi! Se hai tempo, siediti pure con noi- aggiungo dopo un attimo, rivolgendomi a Ylla.


https://i.imgur.com/2OD2E7t.jpg

In linea

#18 Il 08-10-2021 a 23h28

Prezzemolina
Clio79
Quello di cui ho bisogno per sopravvivere è il dente di leone che fiorisce a primavera.
Messaggi: 2 011

Kokoro Taira
SPIAZZO ESTERNO


Ascolto attentamente Nik parlare della sua giornata, mentre continuo a spiluccare il cibo preparato da Ylla.

- Ti sei impegnato tanto oggi: dovrei prendere esempio da te. - dico, sorridendogli.

Continuiamo a chiacchierare allegramente del più e del meno, finché non veniamo raggiunti da Ylla; Nik la ringrazia e le chiede di uniersi a noi:

- Sì, Ylla-sensei.
Siediti con noi e mangia qualcosa: c'è ancora tanto cibo e tu sarai sicuramente stanca e affamata dopo una giornata di lavoro - rinnovo l'invito, sorridendo sincera.


https://i.ibb.co/bHS5wk7/E-Uscita-la-nuova-gazzetta-5.png

Non in linea

#19 Il 09-10-2021 a 00h03

Moderatore
Artemis97
...
Messaggi: 2 134

Nikolas Axel Fox-Lombardi

SPIAZZO ESTERNO



Anche Koko chiede a Ylla di sedersi al tavolo e riusciamo a convincerla a unirsi a noi, nonostante sia già un po' tardi. Anche lei prende qualcosa da mangiare e iniziamo a parlare. Finiamo di mangiare e ci perdiamo tutti e tre un po' nelle nostre chiacchiere, fino a che la stanchezza non inizia a farsi sentire.
Ylla ha lavorato fino a tardi e Koko non ha dormito molto questa notte. Io invece non faccio testo, perché ho sempre sonno. E infatti inizio a sbadigliare, come solito.


https://i.imgur.com/2OD2E7t.jpg

In linea

#20 Il 09-10-2021 a 00h21

Prezzemolina
Clio79
Quello di cui ho bisogno per sopravvivere è il dente di leone che fiorisce a primavera.
Messaggi: 2 011

Kokoro Taira
SPIAZZO ESTERNO


Rido per qualcosa detto da Ylla, tenendomi la pancia che inizia a dolere per le troppe risate; da quando si è unita a noi, il pasto si è fatto vivace, condito da chiacchiere, storie e risa.
Anche quando il cibo è ormai finito (nei nostri stomaci), continuiamo a parlare e le ore si susseguono veloci.

"Che bella persona" penso, guardando la cuoca che parla con Nik.

Noi studenti abbiamo più contatti con gli insegnanti, ma dovremmo davvero sforzarci di più per conoscere tutto il personale scolastico; la cuoca era già sembrata molto gentile, quando si era offerta di aiutare noi tutti in cucina e quella sera mi aveva dato la conferma di esserlo davvero.
Mi sarebbe piaciuto parlare ancora con lei qualche altra volta, ma questa serata doveva concludersi adesso.
Ylla è visibilmente stanca dopo una giorbata di lavoro, io dormo in piedi e Nik ha preso a sbadigliare; inoltre, dopo un'occhiata veloce al display del telefono, ho visto che è quasi l'ora del coprifuco.

"Che peccato: mi stavo divertendo... Ma faremo in modo che ci siano altre occasioni." mi riprometto.

Quindi mi inserisco nella conversazione tra gli altri due, facendo tristemente notare l 'ora: a questo punto siamo tutti concordi che sia il momento di tornare ciascuno alla propria dimora e riposare.
Così salutiamo Ylla e, dopo aver fatto sparire i rimasugli della nostra cena e l' immondizia, ci dirigiamo verso il dormitorio.


https://i.ibb.co/bHS5wk7/E-Uscita-la-nuova-gazzetta-5.png

Non in linea

#21 Il 09-10-2021 a 08h24

Che classe
albanera
La mia forza è la mia assolutà fragiltà...
Messaggi: 4 198

Ylla
spazio esterno-casa

La giornata appena trascorsa per la prima volta da tempo non mi ha lasciato l'amaro in bocca. Ho scoperto che i ragazzi almeno quelli che ho conosciuto, non sono davvero male e alla fine anche io sono riuscita a godermi la loro compagnia. Tutto il peso del lavoro, di un capo intransigente e restio all'approccio personale, sono spariti e l'oretta trascorsa in loro compagnia mi ha ricaricato . Mi sento leggera mentre faccio ritorno verso casa, sorrido ancora per gli andeddoti raccontati reciprocamente. Di cose strane e divertenti non riguardanti espressamente la magia, nella aule e lungo i corridoi ne accadono...e mentre ripenso a questo sono gia a casa Alza scudo di occultamento la casa prende forma sotto i miei occhi. Chiudo la porta dietro di me ma questa volta nessun incantesimo per oscurarne la sua presenza. La casa ora resta visibile.


https://i.postimg.cc/NFYjMCq5/banner-gazzetta-novembre.png

Non in linea

#22 Il 09-10-2021 a 16h21

Prezzemolina
Clio79
Quello di cui ho bisogno per sopravvivere è il dente di leone che fiorisce a primavera.
Messaggi: 2 011

Kokoro Taira
PRATO + SPIAZZO ESTERNO (davanti all'ingresso secondario della cucina)


Ad Ylla sembrano piacere molto gli animali: le sue mani sono gentili, mentre passano tra la mia pelliccia o grattano dietro le orecchie.

Continuo a scondinzolare anche quando la donna smette di accarezzarmi e fa un gesto per invitarmi a seguirla; mi metto sull'attenti, drizzando le orecchie, quando invita il prof a fare lo stesso.

"Dove si va?" mi chiedo, prendendo a trotterellare dietro ai due.

Dalla strada che stiamo percorrendo, capisco che ci stiamo dirigendo verso la scuola; ma il mio entusiasmo aumenta di una buona tacca, una volta compreso che la direzione presa da Ylla ci porta dritti dritti all'ingresso secondario delle cucine.

"Si mangia!" penso, correndo in avanti e superando i due umani.

Mi fermo davanti alla porta chiusa, la gratto con una zampa e abbaio, invitandoli a far presto.

"Sta mattina non ho fatto colazione e il mio stomaco da lupo famelico inizia a lamentarsi." penso, sedendomi davanti all'uscio, in attesa di essere raggiunta.


https://i.ibb.co/bHS5wk7/E-Uscita-la-nuova-gazzetta-5.png

Non in linea

#23 Il 09-10-2021 a 16h35

Che classe
albanera
La mia forza è la mia assolutà fragiltà...
Messaggi: 4 198

Ylla
cucina

Questa volta non uso l'incantesimo per aprire la porta. Fa ridere me, figurasi chi mi accompagna oggi. Abbasso solo un attimo lo sguardo verso il cagnolone scodinzolante, e se potessi lo farei anche io, ma non ho la coda nè orecchie appuntite, sono solo un'umana e in quel momento me ne dispiaccio. Accarezzo velocemente la testolina e mi dico che forse quella è la decisione migliore presa per quel giorno. Guardo un attimo al mio fianco,  stringo un po' le spalle nell'incrociare lo sguardo interrogativo del prof, e infine apro la porta invitandoli ad entrare in cucina. A quell'ora non ci sono dipendenti è sabato, saremo soli e questo mi basta per rallegrarmi. Il frigo intanto fa bella mostra di sè difronte la porta anche se ditanziato diversi passi- vieni qua bello- dico con dolcezza rivolgendomi all'esemplare- oggi festeggiamo a modo nostro- continuo inserendo con lo sgardo anche il prof- da dove cominciamo?- e staccandomi leggermente da loro mi dirigo verso la dispensa- fate una qualunque richiesta, questa cucina è magica- e sorrido della mia stupida battuta

Ultima modifica di albanera (Il 09-10-2021 a 16h36)


https://i.postimg.cc/NFYjMCq5/banner-gazzetta-novembre.png

Non in linea

#24 Il 09-10-2021 a 16h43

Fusion
Nietzsche
Aizawa è tornato Kaneda per colpa del forum. Comunque non sopporta tutto questo rosa
Messaggi: 5 408

Elio Colleoni
CUCINA


Entro trepidante in cucina, ma senza dare troppo nell'occhio. Ylla mi chiede che cosa desidero con una battuta terribile (e che qualsiasi mago fa prima o poi, quindi nessun giudizio), ma in realtà potrei mangiare anche del cartone e andrebbe bene lo stesso.
- Guardi, quello che le causa minor disturbo, per me va bene tutto - e in effetti è vero, ho imparato a mangiare letteralmente qualsiasi cosa. Anche perché voglio vedere a dire a mio padre che non mangi qualcosa cucinato da lui. Si può finire sbattuti fuori di casa (letteralmente).

Ultima modifica di Nietzsche (Il 09-10-2021 a 16h44)


https://i.ibb.co/KD4Qv3S/E-Uscita-la-nuova-gazzetta-4.png

Non in linea

#25 Il 09-10-2021 a 16h50

Prezzemolina
Clio79
Quello di cui ho bisogno per sopravvivere è il dente di leone che fiorisce a primavera.
Messaggi: 2 011

Kokoro Taira
CUCINA


Seguo i due umani all'interno della cucina con passo trotterellante, già pregustando il delizioso cibo che mi verrà offerto.

Guardo Ylla dirigersi verso il frigorifero, poi si volta di nuovo verso di noi e chiede che cosa vogliamo mangiare.

- Carneeeee - dico, ma agli altri due suona come l'ennesimo guaito.


https://i.ibb.co/bHS5wk7/E-Uscita-la-nuova-gazzetta-5.png

Non in linea

Pagine : 1 2 3 4