Home

Forum- My Fashion girl.it, gioco di moda! Gioco di ragazze e per ragazze!

Discussione chiusa

Pagine : 1 2 3 4 ... 6

#26 Il 25-09-2021 a 18h34

Girly
Verinise
Rainbow Flower! *-*
Messaggi: 1 380

Adriel Morgan

CUCINA

Come vidi arrivare un altro ragazzo che si mise di fianco alla giovane asiatica lanciai un sospiro di sollievo. Mio malgrado vedendoli così in intimità mi sentii un pochino deluso. Era fidanzata, ma forse era meglio così. Non ero pronto ad avere una qualsiasi relazione con una ragazza, specie se così bella. Quando poi notai ciò che aveva addosso il giovane dai capelli neri la mia timidezza svanii nel nulla. Era impossibile non sorridere a quella visione. Con gentilezza porsi la mia mano al ragazzo stringendola, stavolta presentandomi come si deve.
- Adriel Morgan -
Cercai di rilassarmi anche se la proposta della coppia di unirmi a loro non mi faceva stare certo più tranquillo. Nonostante questo decisi di accettare annuendo solamente. Ci dirigemmo così tutti e tre verso il resto del gruppo e feci caso che non era solo Nikolas, così mi sembra avesse detto di chiamarsi, ad indossare un grembiule decisamente buffo, ma anche un'altra ragazza e per mia estrema sorpresa anche il professor Colleoni. La mia faccia diceva tutto su quanto trovassi cringe ed imbarazzante la cosa e nonostante la rossa asiatica mi avesse offerto altri grembiuli ora che avevo visto di cosa si trattava mai e poi mai avrei indossato una cosa del genere. Fortuna che avevo portato il mio. La cuoca non fu così fortunata e le toccò un grembiule arancione con disegni di coccodrilli. Da quel poco che la conoscevo dubitavo che le facesse piacere. Nonostante lo indossò senza troppi problemi. Forse era meno timida di quanto pensassi. A questo punto mancava solo Kokoro, la ragazza asiatica, ad indossare il suo: un grembiulino verde con delle rane e un cerchietto abbinato. Rimasi poi un attimo a squadrare il colorito quintetto. A stento stavo riuscendo a trattenere una risata. Erano adorabilmente ridicoli. Meglio mettersi al lavoro, altrimenti avrei finito per ridere sul serio e non era il caso, specie perchè c'era anche il professore e non volevo essere sfacciato.


https://i.imgur.com/IPrE6zS.jpg

Non in linea

#27 Il 25-09-2021 a 19h00

Moderatore
Artemis97
...
Messaggi: 2 134

Nikolas Axel Fox-Lombardi

CUCINA



Adriel mi stringe la mano e si presenta di nuovo, più sicuro di sé, dicendo nome e cognome. Forse anche io avrei dovuto dire anche il cognome? Già due nomi sono un incubo e non so neanche perché li ho detti entrambi... la dichiarazione di indipendenza che ho come nome completo è davvero una condanna. Non che ai miei fratelli sia andata meglio... sta cosa del doppio nome e del doppio cognome è un fardello che dobbiamo portare tutti e quattro.

Comunque, Koko propone anche ad Adriel uno dei suoi assurdi grembiuli... povero ragazzo, chissà cosa le è rimasto in quella borsa infernale.
Si volta verso Ylla e, come se mi avesse sentito, ne tira fuori un giubbotto catarifrangente. "Cos...? Perché un giubbotto catarifrangente?" penso subito "An no, ecco: è un altro grembiule strampalato". Altri animali, a sto giro poveri coccodrilli danzanti, con tanto di tutù fuxia. Quasi sobrio, se non fosse per il colore degno di un'immagine psichedelica e i fiocchetti lilla, che creano un improbabile abbinamento cromatico. Ringrazio la magia per il mio unicorno volante.
Finalmente, tira fuori dalla sacca anche il suo grembiule. "Ci avrei scommesso" è l'unica cosa che riesco a pensare quando vedo tutto quel verde.

-My froggy is a witch- leggo ad alta voce. E poi, sussurrando perché senta solo lei, aggiungo -Che coincidenza, anche la mia-. Le faccio un occhiolino e non riesco a trattenere una risata, cosa che succede tutte le volte che vedo una rana: è più forte di me, continuo a ripensare a quello che ci è successo al primo anno. Finisco per sembrare un pazzo, davanti a quelli che non sono a conoscenza della nostra piccola avventura. Ovvero tutti tranne me e Koko.

La vedo premere la rana gigante che ha sulla pettorina e quella inizia a gracidare con una certa vivacità. Sghignazzo come un bambino e cerco di coprirmi la bocca con la mano, mentre Koko completa il suo outfit con un cerchietto con tanto di ranocchie a molla. Una ranocchietta dalla testa ai piedi.

Ylla invece ci chiede se abbiamo nozioni di cucina e se abbiamo in mente qualcosa per il menù, domande molto sensate. Cerco di riprendere un minimo di contegno prima di girarmi verso di lei e risponderle.

-Sì, io so fare qualcosa.. non sono bravissimo, ma un po' me la cavo. Pensavo di fare degli scones inglesi dolci, in dispensa per caso ci sono delle ciliegie o delle amarene? So che non sono di stagione, ma magari ce ne sono in barattolo... o anche dei frutti di bosco. Se no posso farli senza niente dentro.- Anche se onestamente dovrei modificare la ricetta se non ci metto la frutta dentro, ma questo evito di dirlo. E poi aggiungo -Volevo fare anche dei cassoni, che sono tipo delle piadine ripiene, chiuse come un panzerotto. Potrei fare due ripieni, uno con le verdure e magari uno con salsiccia e patate, se qualcuno avesse il tempo di darmi una mano con le preparazioni-

Spoiler (clicca per vedere)


https://i.imgur.com/2OD2E7t.jpg

Non in linea

#28 Il 25-09-2021 a 20h34

Che classe
albanera
La mia forza è la mia assolutà fragiltà...
Messaggi: 4 198

Ylla
cucina

Un tempo ero un'altra persona, avevo un'altra vita, altre mansioni. Un tempo ero una persona diversa...un tempo.
Cosa rimaneva di quella persona indaffarata e inebriata dalla carriera? Come sarebbe stata la mia vita se quel giorno...
"Scones inglesi" quasi mi era giunta in lontanaza quella risposta. "amarene, ciliege, frutti di bosco"...no, non era la stagione piu' adatta per quei frutti ma qualcosa potevo ancora fare. -Nel primo cassetto del freezer, ho conservato un piccolo cesto di mirtilli e in un altro ho riposto dei frutti di bosco. Forse non è molto ma spero possa bastare- infine ero riuscita a biascicare una sempiice risposta. Indicai il posto esatto dove trovarli e intanto mi accingevo a mescolare sul granito nero del ripiano ,la farina,burro e sale impastati con l' acqua e , base necessaria per una pasta sfoglia a veloce lievitazione


https://i.postimg.cc/NFYjMCq5/banner-gazzetta-novembre.png

Non in linea

#29 Il 25-09-2021 a 20h36

Prezzemolina
Clio79
Quello di cui ho bisogno per sopravvivere è il dente di leone che fiorisce a primavera.
Messaggi: 2 011

Kokoro Taira
CUCINA

Trattengo una risata alla battuta di Nikels e la maschero con un colpetto di tosse.

"Come dimenticare la nostra grande impresa al primo anno? Ormai siamo gli orgogliosi zii di un numero non ben precisato di rane." pensai con affetto, poi la mia attenzione fu calamitata dall'espressione un po' seccata della cuoca.

"I grembiuli di nonna Taira compliscono ancora" pensai, con un misto di divertita e imbarazzo: forse non avrei dovuto obbligare Ylla, conosciuta da pochissimo, ad indossarne uno.
Sentii di dover quanto meno spiegare perché si fosse ritrovata ad indossare dei coccodrilli danzanti.

- Sono Kokoro o Koko, se preferisce - dissi ricordandole il mio nome.
Sorrisi gentilmente e continuai:

- So che il grembiule può sembrarle molto vistoso, ma, come tutti gli altri, è stato fatto da mia nonna.
Ogni volta che ritorno in Giappone, sapendo che mi piace cucinare, mi fa trovare un nuovo grembiule e questo da quando avevo sei anni.
Quello che indossa risale a due anni fa, perciò non ho dovuto ingrandirlo come ho fatto con gli altri, ma sa... Per mia nonna rimango la sua nipotina e i coccodrilli con il tutù le sono sembrati perfetti per una ragazza di quindici anni - risi con affetto, ripensando alla mia oba-chan e alla gioia che le illuminava il volto appena mi vedeva con indosso un nuovo grembiule.

- Comunque, non mi perdo oltre in chiacchiere e vado subito a controllare se il forno è pronto -

Andai ad aprire il sudetto forno e un calore intenso mi investii il viso, allora dissi ad Ylla che mi sembrava pronto a cuocere qualsiasi cosa avessimo deciso di mettervi all'interno.
Poi, mi rivolsi a Nikels:

- Posso darti una mano, a te come a chi dovesse averne bisogno.
Potremmo fare anche dei muffin di vari gusti, partendo da un singolo impasto: che ne pensate? - chiesi a tutto il gruppo.


https://i.ibb.co/bHS5wk7/E-Uscita-la-nuova-gazzetta-5.png

Non in linea

#30 Il 25-09-2021 a 20h50

Che classe
albanera
La mia forza è la mia assolutà fragiltà...
Messaggi: 4 198

Ylla
cucina

Provai una leggera punta di dolore nel pensare a quanto quella parte di me, era venuta fuori nei riguardi di quella ragazzina. Quella cattiveria che ormai avevo lasciato al di la di quel cancello, una volta varcato. Ero Ylla ora, una semplice aiuto cuoca, me l 'ero imposto quasi come punizione, ma ogni tanto ,sporadicamente qualcosa dell'altra me veniva fuori, incontrollabile. Ma la magia, quando l'avrei imparata ,mi avrebbe aiutato a essere migliore. Nel frattempo -non dovevi prendermi alla lettera, ragazzina!- provai a farmi una risatina simpatica, per stemperare il momento -ma se mi dici che è pronto, vuol dire che è pronto! Inforneremo anche i tuoi muffin se vuoi- questa volta il mio tono fu piu' accondiscendente, forse piu' materno io che di figli non li avevo mai voluti. Ma lei aveva giocato la carte della nonna e aveva vito su tutti i fronti

Ultima modifica di albanera (Il 25-09-2021 a 20h51)


https://i.postimg.cc/NFYjMCq5/banner-gazzetta-novembre.png

Non in linea

#31 Il 25-09-2021 a 22h30

Girly
Verinise
Rainbow Flower! *-*
Messaggi: 1 380

Adriel Morgan
CUCINA

La cuoca ci chiese se avevamo qualche idea su cosa cucinare di dolce. Non mi azzardai a parlare, anche perchè non ci avevo minimamente pensato mentre Nikolas, il ragazzo moro, sembrava avere le idee assolutamente chiare. Io invece mi estraniai da tutto e tutti e cominciai a riflettere. Qual'era un dolce che sapevo fare particolarmente bene? "Pensa... pensa..."
Ma certo! I cantucci!
Erano stati il primo dolce che avevo assaggiato in Italia e paradossalmente anche il primo che avevo imparato a cucinare. Ognuno in Toscana li faceva a modo suo e anche se la mia ricetta personale era molto semplice ovviamente conteneva un ingrediente segreto. Sorridendo e senza dire una parola mi misi all'opera prendendo farina, zucchero, burro, uova, lievito e....
- Abbiamo delle mandorle? - chiesi alla cuoca Ylla. A dire la verità però non sapevo se mi avesse sentito. Stava discutendo con Kokoro riguardo i grembiuli e il suo atteggiamento e le sue ultime parole mi sorpresero particolarmente. Non pensavo che Ylla fosse così simpatica. Di solito non parlava mai con nessuno.


https://i.imgur.com/IPrE6zS.jpg

Non in linea

#32 Il 25-09-2021 a 22h44

Moderatore
Artemis97
...
Messaggi: 2 134

Nikolas Axel Fox-Lombardi

CUCINA



Ylla mi risponde indicandomi il congelatore e i cassetti in cui posso trovare i mirtilli e i frutti di bosco. La ringrazio mentre lei inizia a preparare qualcosa, forse una sfoglia. "Chissà cosa cucinerà" non faccio a meno di pensare.
Koko si offre di darmi una mano con le varie preparazioni e propone dei muffin di gusti misti.

-Grazie, accetto volentieri qualsiasi aiuto! Di solito siamo almeno in quattro per i cassoni... da solo sarebbe un incubo, dato che ne dovremo fare parecchi- faccio una risatina, al pensiero di quella volta che io e mio fratello ci siamo messi a prepararli da soli per una festa in famiglia: la cucina era diventata un disastro, io avevo i capelli pieni di farina e la maglia sporca di olio e verdure di ogni tipo e Oscar si è bruciato almeno due volte per gestire due piastre contemporaneamente. Lui è sempre stato l'addetto piastra, insieme a nostro padre. Io e la mamma stendiamo e riempiamo mentre le gemelle, che vengono arruolate solo quando ne dobbiamo fare davvero una marea, chiudono tutto, schiacciando i bordi con le forchette. Anche loro finiscono spesso coperte di farina, ma non capisco mai come, dato che in teoria non la maneggiano. Insomma, siamo una catena di montaggio un po' incasinata, ma almeno funzioniamo bene.

Mi scuoto dai miei pensieri e aggiungo -Sì, mi sembra un'ottima idea! Posso aiutarti senza problemi con le divisioni dell'impasto e i vari gusti-

Mi avvicino al congelatore, apro i cassetti e prendo la frutta, meglio tirarla fuori per tempo e lasciarla scongelare da sola. Ce n'è abbastanza per la quantità di scones che pensavo di fare e dovrebbe avanzare anche qualcosa. Tornando dagli altri, mi rivolgo di nuovo ad Ylla -Possiamo usarli tutti? O le servono per altre cose? In caso ne prendo un po' e li rimetto a posto-

E poi mi rivolgo di nuovo a Koko -Come vogliamo organizzarci? Io partirei con i ripieni dei cassoni, ma se vuoi possiamo iniziare dai muffin, dato che bisogna dividere l'impasto... quanti gusti pensavi di fare?-


https://i.imgur.com/2OD2E7t.jpg

Non in linea

#33 Il 25-09-2021 a 23h35

Prezzemolina
Clio79
Quello di cui ho bisogno per sopravvivere è il dente di leone che fiorisce a primavera.
Messaggi: 2 011

Kokoro Taira
CUCINA


- Pensavo di farne quattro: al cacao, con frutta candita, con sorpresa (ancora da decidere) e alla zucca.
Perciò, sì: forse sarebbe meglio iniziare a tagliare le verdure, zucca compresa e poi dedicarsi ai vari impasti. Tu che ne dici? - chiesi a Nikels, super entusiasta di iniziare a cucinare.


https://i.ibb.co/bHS5wk7/E-Uscita-la-nuova-gazzetta-5.png

Non in linea

#34 Il 25-09-2021 a 23h59

Moderatore
Artemis97
...
Messaggi: 2 134

Nikolas Axel Fox-Lombardi

CUCINA



Koko è entusiasta e si capisce perfettamente, non mi stupirei se la vedessi saltellare per la cucina.

-Ottimo, allora iniziamo a prendere le verdure. La dispensa dovrebbe essere da quella parte, ho intravisto qualcosa quando sono andato verso il congelatore-

Mi incammino nuovamente verso quella parte di cucina, cercando di capire dove posso trovare le verdure. Dopo un paio di tentativi a vuoto, finalmente trovo tutto: una piccola zucca tonda, funghi, melanzane, zucchine e peperoni. Prendo anche delle patate per il secondo ripieno. Mi faccio aiutare da Koko a portare il tutto verso il lavandino e inizio a sciacquare le verdure.


https://i.imgur.com/2OD2E7t.jpg

Non in linea

#35 Il 26-09-2021 a 00h17

Prezzemolina
Clio79
Quello di cui ho bisogno per sopravvivere è il dente di leone che fiorisce a primavera.
Messaggi: 2 011

Kokoro Taira
CUCINA


Aiuto Nikels a portare tutte le verdure dalla dispensa alla cucina, poi mi metto ad asciugare quelle che ha finito di lavare con qualche strappo di carta.

Una volta ripetuto il procedimento con ogni verdura, pronuncio con chiarezza:

- È come cercare un ago in un pagliaio - pensando intensamente a qualcosa con cui poter tagliare le verdure.

L'incantesimo si dirige verso un cassetto, poco distante da me, perciò vado ad aprirlo e vi scorgo dentro un buon numero di coltelli e stoviglie varie; scelgo un grosso e affilatissimo coltello per me e un altro leggermente più piccolo per Nikels.
Ancora una volta pronuncio:

- È come cercare un ago in un pagliaio - pensando a dei robusti taglieri di legno.

Del resto, non me la sentivo di chiedere ad Adriel che sembrava occupato nella sua preparazione, né volevo disturbare per ogni singola sciocchezza Ylla-sensei che doveva badare alle sue preparazioni e supervisionare quelle di noi tutti.

L'incantesimo mi indicò un cassetto dalla parte opposta della cucina; mi affrettai a recuperare due taglieri, poi ritornai da Nikels e poggiai tutto sul nostro ripiano di lavoro.

- Io prendo la zucca - dissi con un sorriso ferino, avvicinando di più a me il vegetale, un tagliere e il grosso coltello.

- Ti consiglio di non starmi troppo vicino: qualche volta è capitato che, nella foga, la lama mi sfuggisse di mano -

Ultima modifica di Clio79 (Il 26-09-2021 a 00h20)


https://i.ibb.co/bHS5wk7/E-Uscita-la-nuova-gazzetta-5.png

Non in linea

#36 Il 26-09-2021 a 00h41

Moderatore
Artemis97
...
Messaggi: 2 134

Nikolas Axel Fox-Lombardi

CUCINA



Koko mette ad asciugare tutte le verdure e poi lancia due incantesimi per trovare i coltelli e i taglieri, che mette sul piano davanti a noi. Afferra la zucca e la guarda con un ghigno a tratti sinistro. Mi avverte letteralmente di stare attento alle lame volanti e io, fingendo una tranquillità che al momento non ho, le sorrido dolcemente e faccio tre passi di lato. Poi, quando mette giù la zucca e inizia a tagliarla, ne faccio altri due per sicurezza. Cerco una padella abbastanza grande per tutte le verdure e un'altra per le patate e torno di nuovo verso il frigo. Ovviamente mi sono dimenticato di controllare se ci sono delle salsicce non congelate. Sono fortunato, ce ne sono alcune: verrò più tardi a prenderle.
Quando torno al mio piano di lavoro, sussurro un Meglio prevenire che curare. Appunto, meglio prevenire un taglio possibilmente mortale che curare un arto tagliato (il mio, ovvio). Decisamente più tranquillo, mi metto a tagliare tutte le verdure, mettendole in una delle due padelle con un goccio d'acqua. Poi pelo le patate, le taglio a pezzettini e le metto nell'altra padella. A quel punto torno verso il frigo, prendo due salsicce e le sbriciolo nella padella delle patate. Aggiungo il sale in entrambe, le metto sul fuoco e mi giro a controllare a che punto è Koko.


https://i.imgur.com/2OD2E7t.jpg

Non in linea

#37 Il 26-09-2021 a 01h19

Prezzemolina
Clio79
Quello di cui ho bisogno per sopravvivere è il dente di leone che fiorisce a primavera.
Messaggi: 2 011

Kokoro Taira
CUCINA


Vedo Nikels allontanarsi un po', seguendo il mio suggerimento; estraniandomi per un momento dalla cucina e dal suo caos, chiudo gli occhi e mi concentro per visualizzare la zucca nella mia mente.
Quando l'immagine diviene nitida, apro gli occhi e abbatto il coltello sul vegetale, tagliandolo perfettamente a metà.
Ripeto il procedimento una seconda volta, poi tolgo la scorza dura da ogni spicchio e, con un cucchiaio, elimino i semi.
Procedo tagliando rapidamente i quattro grossi pezzi in fette sottili che ripongo in un involucro di alluminio; una volta finito, recupero una teglia, vi depongo la zucca impacchettata e la metto in forno.
Ci vorrà circa un'ora perché la zucca sia pronta, perciò inizio a preparare l'impasto per i muffin.

Recupero gli ingredienti che mi servono, li peso e li ripongo con ordine sul piano di lavoro; poi prendo due ciotole grandi, quattro più piccole e uno sbattitore elettrico, trovando ogni cosa con l'uso della magia.
Quindi, in una ciotola sbatto uova e zucchero, finché il composto non diviene spumoso; aggiungo, poi, in ordine i restanti ingredienti della base: burro, latte, farina e lievito setacciati e un pizzico di cannella.
Fatto questo, divido il composto in parti uguali nelle tre ciotole più piccole e ad alla prima aggiungo il cacao, alla seconda i canditi e alla terza delle gocce di cioccolato.

"Bene, l'impasto dei muffin dolci è pronto" penso con soddisfazione.

Recupero l'altro grande recipiente e vi metto il burro tagliato a tocchetti, lo zucchero e il miele, poi aggiungo le polveri setacciate.

"Manca solo la polpa di zucca e anche questo impasto è pronto per essere messo negli stampi. Chissà a che punto è Nikels" penso e mi volto verso di lui, che si trova più lontano di quanto mi ricordassi e già voltato nella mia direzione.

- A che punto sei? - chiedo, facendogli un sorriso.


https://i.ibb.co/bHS5wk7/E-Uscita-la-nuova-gazzetta-5.png

Non in linea

#38 Il 26-09-2021 a 11h07

Fusion
Nietzsche
Aizawa è tornato Kaneda per colpa del forum. Comunque non sopporta tutto questo rosa
Messaggi: 5 408

Elio(s) Colleoni
CUCINA


Vedo che i ragazzi si sono messi tutti a lavorare e il senso di colpa prevale sulla mia inadeguatezza in cucina. Perlomeno conosco qualche incantesimo che può tornare utile. Richiamo un tagliere, delle verdure e bisbiglio:
- One of these days I'm going to cut you into little pieces - sussurro alle verdure e queste si tagliano automaticamente in cubetti. Spero che nessuno mi abbia sentito, questo è un incantesimo che se usato bene è utilissimo in cucina, ma ha degli effetti disastrosi se usato male o con troppa veemenza. Solo gli studenti dell'ultimo anno lo sanno usare, infatti.
Siccome vedo Lombardi e Taira molto coinvolti (mi sono sempre chiesto che rapporto avessero quei due) nella preparazione, uso un - Via, più veloce della luce - per far levitare i pezzetti di verdura e depositarli insieme alle altre. Dopodiché mi metto in un angolo, continuando ad osservare la situazione. Vedo Morgan che si affanna a cercare qualcosa, credo che abbia chiesto delle mandorle (?) a Ylla, che però è impegnata altrove. Gli passo di fianco e gli suggerisco:
- Morgan, quale incantesimo ti dice dove sono le cose se non lo sai? L'ha appena usato Taira, se hai visto- Non siamo a lezione ma mi viene automatico. Che pessimo che sono.

Ultima modifica di Nietzsche (Il 26-09-2021 a 12h02)


https://i.ibb.co/KD4Qv3S/E-Uscita-la-nuova-gazzetta-4.png

Non in linea

#39 Il 26-09-2021 a 11h55

Moderatore
Artemis97
...
Messaggi: 2 134

Nikolas Axel Fox-Lombardi

CUCINA



Koko è già a buon punto, quando mi volto ha già tre ciotole piccole davanti a sé e sta iniziando a mettere gli ingredienti nell'ultima. Non voglio disturbarla, quindi aspetto prima di dire qualcosa. Appena finisce è lei che si volta verso di me e mi chiede a che punto sono.

-Verdure e patate e salsicce sono sul fuoco ormai da qualche minuto, in una ventina di minuti sono pronti. Gli scones non devono lievitare prima, quindi posso farli anche più tardi. Dato che hai già gli impasti pronti, finisci tu di usare il forno e io intanto faccio l'impasto della piada- le rispondo con un sorriso.

Mi volto un attimo a girare le verdure, che onestamente sembrano più di prima. Scrollo le spalle: meglio così. Le patate sono riuscite a non attaccarsi alla padella, per il momento, ma le terrò d'occhio. Giro anche loro e abbasso un po' la fiamma.
Torno in dispensa per prendere un bel pacco di farina e, ritornando alla mia postazione, prendo anche una ciotola bella capiente, un pentolino abbastanza grande per l'acqua e la bottiglia di olio. Ok, la ricetta originale prevede lo strutto, ma con l'olio d'oliva sono accessibili a tutti, dato che nelle verdure non metterò neanche il formaggio.
Metto la farina nella ciotola e aggiungo l'olio con un cucchiaio. La farina è l'unica cosa che si pesa in casa mia, quando si fanno piadine e cassoni. E a volte neanche quella. Metto dell'acqua nel pentolino, con un po' di sale grosso. Ci appoggio la mano sinistra e dico -A qualcuno piace caldo- l'acqua si scalda subito e do una mescolata con un cucchiaino, assaggiando anche di sale. Lo so, l'acqua calda salata non è il massimo, ma è meglio assaggiarla prima di metterla nella farina. Aggiungo un altro po' di sale e mescolo di nuovo con il manico del cucchiaino, fino a che non si è sciolto tutto. A quel punto inizio a versare l'acqua un po' alla volta nella ciotola della farina e a mischiare prima con il cucchiaio che ho usato per l'olio e poi (dopo essermi messo l'anello in tasca) con le mani, fino a che non si è formato un panetto abbastanza compatto. Lo lascio riposare qualche minuto e vado a lavarmi le mani e a controllare i ripieni, che ormai sono pronti. Li spengo e li tolgo dal fuoco, poi cerco un tagliere più grande di quello che mi ha preso Koko (non riesco proprio a stendere lì, anche se pensavo di fare dei cassoni piccolini) e un mattarello.
Ovviamente non li trovo da nessuna parte. "Ma meglio non disturbare la cuoca, le vedo impegnata nelle sue preparazioni" penso. Prendo in mano l'anello e mormoro -È come cercare un ago in un pagliaio- che mi conduce nella giusta direzione. Recupero tutto e mi metto a dividere la pasta e a stenderla.


https://i.imgur.com/2OD2E7t.jpg

Non in linea

#40 Il 26-09-2021 a 14h24

Che classe
albanera
La mia forza è la mia assolutà fragiltà...
Messaggi: 4 198

Yilla
Cucina

Le formule magiche non funzionano con me. Accidenti! quando impererò mai? "Ylla, quella era l'altra vita, ora sei..." cavolo! Cosa sono? Bella domanda...A qualcuno piace caldo. Beh, no. ma davvero? ci sono riuscita, finalmente!La casseruola sul fuoco sfrigola con il soffritto e l'olio EVO. Ottimo, posso continuare aggiungendo i gamberetti e i tranci di pesce spada. Sfumo col vino bianco e poso il coperchio sulla pentola. La pasta sfoglia mi aspetta, nel frattempo che aspetto che il ripieno si cuocia mi dedico a stendere la sfoglia che è una meraviglia. L'ora e mezza è passata veloce e il suo riposo è stato ottimale. Si stende bene. Ora non mi resta che prendere gli  stampini e posizionare i cerchi dell'impasto nei pirrotini,nel frattempo, preparo la salsa allo yogurth con aggiunta di formaggio spalmabile. E ora, spengo a metà cottura abbondante il ripieno e passo ad assemblare il piatto fingerfood. Il forno ,grazie alla ragazzina volpe è a perfetta temperatura. Venti minuti e sara' pronto. Soddisfatta, mi rivolgo ai cinque nella stanza  con un - ragazzi, serve aiuto?-


https://i.postimg.cc/NFYjMCq5/banner-gazzetta-novembre.png

Non in linea

#41 Il 26-09-2021 a 17h20

Prezzemolina
Clio79
Quello di cui ho bisogno per sopravvivere è il dente di leone che fiorisce a primavera.
Messaggi: 2 011

Kokoro Taira
CUCINA

- Mi sembra un buon piano: allora metto l'impasto nelle teglie e le inforno - dico a Nikels, tutto preso a curare le verdure.

"Mm, c'è un odorino" penso, mentre già mi muovo alla ricerca di alcune sac à poche.

Sussurro il solito incantesimo e quello mi indica uno sportello della credenza, quindi lo raggiungo e recupero tre sac à poche;
le riempio con i tre impasti già pronti e mi metto alla ricerca delle teglie apposite e dei pirottini.
Recuperato tutto, poso i pirottini un po' discosti sul banco da lavoro, visto che serviranno in un secondo momento; poi imburro per bene le teglie e inizio a versarvi il primo impasto, quello al cacao.
Nel frattempo, mi metto a canticchiare una canzoncina insegnatami da mia nonna, lo scherzo di un momento ormai diventato abitudine.

- Se il cuoco tu vuoi fare,
hai tante cose da imparare
Fai attenzione al rosso fuoco
lui ti brucia e mica poco.
Fai attenzione ai coltelli
perché son dei birbantelli
sembra che non von tragliare
ma il tuo dito stan a puntare... - canticchiavo in parte in italiano, in parte in giapponese.

Finii la prima teglia e poi la seconda; mentre stavo per mettere mano alla terza, sentii la cuoca chiedere se qualcuno aveva bisogno d'aiuto.

- In effetti, un po' di aiuto mi servirebbe Ylla-sensei. La zucca è ancora in forno: ne andrebbe controllata la cottura e, se è pronta, andrebbe aggiunta a questo impasto - dico e indico la quarta ciotola.

Ultima modifica di Clio79 (Il 26-09-2021 a 17h22)


https://i.ibb.co/bHS5wk7/E-Uscita-la-nuova-gazzetta-5.png

Non in linea

#42 Il 26-09-2021 a 17h47

Girly
Verinise
Rainbow Flower! *-*
Messaggi: 1 380

Adriel Morgan

CUCINA

La cuoca Ylla sembrava davvero molto impegnata e a me si avvicinò il professor Colleoni. Con il suo solito modo di fare mi fece capire di fare la cosa più ovvia, ovvero usare un incantesimo per trovare le famigerate mandorle. Mi sentii un imbecille per non averci pensato da solo e ringraziando il professore che poi tornò al suo posto lanciai un Scooby-Doo, dove sei tu? con il mio pettine. Individuai così facilmente le mandorle che erano in uno sportello dalla cucina e cominciai a pensare a quanto mi piaceva particolarmente quell'incantesimo. Tutte le volte mi tornava alla memoria la mia infanzia passata a giocare con i miei amici in campagna oppure anche le mattinate in cui semplicemente guardavo la tv.
Mi riscossi dai miei pensieri e cominciai il mio lavoro dopo aver preso l'ingrediente che mi mancava. Dato che Kokoro aveva già rassicurato tutti sui forni accesi e pronti a cuocere, non avevo bisogno di andarli a controllare. Ruppi perciò due uova in una ciotola e ci unii circa 200 grammi di zucchero. Li sbattei con una frusta, dapprima non troppo energicamente, poi sempre più veloce non appena aggiunsi anche 100 grammi di burro, che doveva essere a temperatura ambiente per sciogliersi meglio, 250 grammi di farina setacciata 00, mezza bustina di lievito in polvere un pizzico di sale. Era necessario dato che avrebbe aiutato il lievito a fare meglio il suo lavoro.
A questo punto era arrivato il momento del mio ingrediente segreto, ovvero del buon Whisky scozzese. C'era chi metteva l'anice, chi il vin santo, chi addirittura del liquore al cioccolato, ma i miei cantucci erano speciali proprio per quella nota che univa Scozia e Italia in una melodia di sapori. Senza farmi troppo notare andai a prendere il Whisky dato che sapevo esattamente dove si trovava ed era meglio non usare la magia per trasportarlo. Per sicurezza usai anche un Circolare, qui non c’è niente da vedere non si poteva mai sapere. Dopo aver aggiunto un bicchierino all'impasto, rimisi a posto il Whisky e inserii le mandorle, rigorosamente non sbucciate, e dopo essermi lavato le mani per bene cominciai a lavorare il panetto che ne era venuto fuori. Osservai nel frattempo un attimo come se la stavano cavando gli altri e chi più chi meno, si procedeva. Il mio panetto anche nel frattempo si era indurito per bene perciò feci circa 5 panetti più piccoli e formai per ognuno di loro dei piccoli serpentoni. Non dovevano essere nè troppo spessi nè troppo stretti. Li misi poi in una teglia ricoperta da carta da forno, controllai che la temperatura del forno fosse giusta (sapevo essere davvero pignolo a volte) ed infornai per circa 10 minuti. Dovevano arrivare ad una perfetta doratura perciò avrei poi controllato come procedere. Soddisfatto di me stesso, osservai ancora una volta gli altri presenti nella stanza. Era una vera e propria gioia per gli occhi vedere quel fermento e quella allegria, e anzi, i grembiuli non erano poi così male ora che ci pensavo.


https://i.imgur.com/IPrE6zS.jpg

Non in linea

#43 Il 26-09-2021 a 17h48

Che classe
albanera
La mia forza è la mia assolutà fragiltà...
Messaggi: 4 198

Ylla
Cucina

"Oh la zucca"! cosa ne avrebbe fatto? non avevo mica capito la ricetta che aveva proposto, ma nella vita s'imparava sempre. La zucca era sua, io dovevo solo controllare che fosse ben cotta e spostarla nella ciotola. Aprii delciatamente il forno, ossevandomi bene le mani "vuoi vedere che prima o poi mi scotto?" pensai aggrottando lievemente il sopraciglio sinistro, in quel caso pre prevenire
Sul tagliere gli agli taglia non tagliare la tovaglia la tovaglia non è aglio se la tagli fai uno sbaglio. Forse non funzionava preventivamente ma nella vita era sempre meglio portarsi avanti.-ecco a te mia cara, la tua zucca è ben pronta- risposi sorridendole

Ultima modifica di albanera (Il 26-09-2021 a 17h50)


https://i.postimg.cc/NFYjMCq5/banner-gazzetta-novembre.png

Non in linea

#44 Il 26-09-2021 a 18h06

Fusion
Nietzsche
Aizawa è tornato Kaneda per colpa del forum. Comunque non sopporta tutto questo rosa
Messaggi: 5 408

Elio(s) Colleoni

Dopo aver dato la dritta a Morgan, mi rintano in un angolo, continuando ad osservare. Comincia a spargersi un profumo veramente invitante in cucina, tanto da farmi venire una fame terrificante.

DEVO FUMARE O QUA COMINCIO A DIVORARE QUALCOSA.

- Vieni qui - dico senza tanti complimenti, pensando al mio pacchettino di tè completo di filtro e cartine che ho lasciato sul comodino e aprendo la finestra della cucina. E mentre scruto le finestre dei dormitori con aria famelica, qualcosa mi piomba in testa.
- Ma che caz... - trattengo i porconi, mentre mi guardo attorno, cercando cosa ha deciso di usare i miei capelli come piattaforma di atterraggio. Di sicuro non il tè, l'incantesimo non è così immediato.
Alla fine, trovo il colpevole: un uccellino mi è appena volato sulla spalla e mi squadra con aria ironica, alzando la zampina su cui è legato un foglietto arrotolato. Riconosco subito l'incantesimo: è "Un uccellino mi ha detto", si usa per mandare messaggi, anche se adesso è un po' antiquato dato che tutti usano gli smartphone dei Normali. L'esserino ha qualcosa di familiare, è giallo paglierino e ha - non so come spiegarmi - dei segni sugli occhi come a imitare degli occhiali. Slego il messaggio che mi porge e lo apro.
"Bro, ma dove ***** hai messo il telefono, è due giorni che cerco di chiamarti. Arriviamo per le 2, vienici a prendere al cancello.
Mike
"

Sbianco. Cosa. Perché? Eh? Devo assolutamente recuperare il telefono, effettivamente non lo guardo da giorni. Do una rapida occhiata agli studenti e mi accorgo che sono tutti belli impegnati. Non dovrei lasciarli da soli teoricamente, ma devo indagare su questa faccenda. Nel frattempo acchiappo al volo il pacchettino di tè arrivato e comincio a rollarmi una sigaretta, mentre mi avvicino alla capocuoca.
- Senta, riesce a tenermi i ragazzi per un secondo? Ho ricevuto un messaggio urgente... - le chiedo a bassavoce, mentre sta sfornando una zucca che non voglio guardare perché se no potrei avventarmici sopra.


https://i.ibb.co/KD4Qv3S/E-Uscita-la-nuova-gazzetta-4.png

Non in linea

#45 Il 26-09-2021 a 18h24

Che classe
albanera
La mia forza è la mia assolutà fragiltà...
Messaggi: 4 198

Ylla

Le mie mani sono intatte! ed è una cosa buona. Ma la zucca ,ciotola o non ciotola, scotta e anche troppo. Intanto e' sul ripiano e nelle mani di chi di dovere e io posso dedicarmi ad infornare la mia seconda ricetta: panbriosche al cioccolato, ogni tanto qualcosa di dolce lo preparo anche io, mischiando il dolce e il salato. Sono li li con la testa nel forno, che qualcuno di loro mi pare si stia rivolgendo a me. Alzo di scatto la testa e il granito del ripiano si fa sentire in modo efficace. "gran figlio di..." meno male l 'ho solo pensato,  e intanto con la mano massaggio la parte colpita- Ma si immagini professore, è tutta la vita che non aspetto altro che fare da balia agli studenti- mi è venuta cosi la risposta, ma non volevo essere insolente, in realtà ero piu' imbarazzata per la scenetta proposta. Lo guardo, ora lo osservo meglio ,e mi sembra preoccupato o forse scocciato, sembra quasi che non abbia nemmeno fatto caso alla mia risposta. Meglio cosi.-Si figuri, stia tranquillo- aggiungo poi aggiustando il tiro con una risposta piu' consona Calma e sangue freddo aggiungo mentalmente mentre gli rispondo, mi sembra che ne abbia bisogno

Ultima modifica di albanera (Il 26-09-2021 a 18h29)


https://i.postimg.cc/NFYjMCq5/banner-gazzetta-novembre.png

Non in linea

#46 Il 26-09-2021 a 18h37

Moderatore
Artemis97
...
Messaggi: 2 134

Nikolas Axel Fox-Lombardi

CUCINA



Faccio delle piccole palline di impasto e le stendo, infarinando bene sia il tagliere che il mattarello. I cerchi di pasta sono un po' più grandi della forma di un bicchiere, forse una decina di centimetri. Non ho mai fatto cassoni così piccoli, ma saranno decisamente più comodi da mangiare, anche se più lunghi da preparare.
Sento Koko canticchiare alla mia sinistra, non capisco alcune parole ma la canzone è così allegra che sorrido e muovo impercettibilmente la testa a tempo. Sento Ylla domandare se qualcuno ha bisogno di aiuto e Koko chiederle se può controllare la sua zucca in forno. Ormai sono a circa metà impasto e sto maledicendo me stesso per le quantità enormi e la mia totale mancanza di senso delle proporzioni. Ma insomma, bisogna sfamare una scuola intera, quindi non penso vadano sprecati (e alla peggio me li infilo tutti in un contenitore e li nascondo nell'armadio).
Mi accorgo di essermi incurvato un po' troppo per stendere la pasta e rizzo la schiena, stiracchiandomi un po' e dando un'occhiata veloce alla cucina. Vedo Adriel un po' in disparte che mette qualcosa su una teglia, Koko che continua a riempire i pirottini e il prof che parla con Ylla.
Mi rimetto a lavoro e quando finisco di stendere tutti i piccoli dischi, che ormai invadono il tagliere e sono ammucchiati su diversi piatti che riempiono il bancone, alzo nuovamente lo sguardo. Sono ancora tutti un po' impegnati, ma non vedo più il prof, forse ha avuto un'urgenza.

Mi schiarisco un po' la voce e, rivolgendomi un po' a tutti, chiedo -Scusate, qualcuno potrebbe darmi una mano a riempire i cassoni e a chiuderli con una forchetta? Dovrei ancora fare l'impasto degli scones-


https://i.imgur.com/2OD2E7t.jpg

Non in linea

#47 Il 26-09-2021 a 18h51

Che classe
albanera
La mia forza è la mia assolutà fragiltà...
Messaggi: 4 198

Ylla
CUCINA

Mi guardo attorno spaesata...un conto è essere in cucina da sola, un conto è essere invasa da ragazzi che scorrazzano di qua e di la con tutti i loro incantesimi con pentole che volano, forchette che infilzano da sole e io nel mezzo e adesso anche senza nessuno che li supervisiona! la ricetta perfetta per un disatro o forse no? cosaaa? cosa sono tutti quei dischetti di pasta sul tagliere? Il ragazzo chiede aiuto e io ho fatto una promessa. Non mi devo scoraggiare e non devo far notare la mia preoccupazione per l'enorme quantita' di cibo sparso. -Tranquillo, se vuoi ti aiuto, dammi pure la forchetta, ci penso io- facile a dirsi. "Andra' tutto bene" mi ripeto e intanto prego di uscirne viva da questa giornata

Ultima modifica di albanera (Il 26-09-2021 a 18h51)


https://i.postimg.cc/NFYjMCq5/banner-gazzetta-novembre.png

Non in linea

#48 Il 26-09-2021 a 19h08

Fusion
Nietzsche
Aizawa è tornato Kaneda per colpa del forum. Comunque non sopporta tutto questo rosa
Messaggi: 5 408

Elio(s) Colleoni
CUCINA


Fisso Ylla un po' a disagio: non la vedo convinta, ma d'altra parte sono così scioccato di quello che ho appena letto che non posso fare altro che andare a controllare il dannato telefono. Letteralmente, è come se mi fosse passato davanti il fantasma di Mike Bongiorno senza aver pronunciato l'incantesimo Allegria!
- Guardi, sono meno peggio del previsto. E poi se combinano qualche danno li può bloccare con un bel Stuck like a glue, la autorizzo - dico, a metà tra l'ironico ed il serio. Qualche volta mi è capitato veramente di doverlo fare con dei bulletti rompipalle. Le faccio un cenno d'intesa con la testa e corro via, fino alla mia camera.
Ecco, dove avrò messo il telefono? - Fuori, fuori, ovunque tu sia! - sbotto. Il telefono comincia ad agitarsi dentro un cassetto della scrivania. Effettivamente non lo uso MAI a scuola, durante l'anno scolastico di solito non mi scrive quasi nessuno, lo sanno che lavoro. Eppure...
Prendo il telefono, ovviamente scarico, e lo attacco ad una presa della corrente (benedetta tecnologia dei Normali e benedetta scuola che non è rimasta al secolo scorso ed è passata all'integrazione delle tecnologie). Lo accendo e aspetto che si connetta. Compaiono subito 25 messaggi.

Urlo. Internamente, ovvio. Io non urlo mai.

Sono tutti messaggi di Mike, detto Tira, altresì conosciuto dalla società come Mike Tiraboschi. Non lo sento da almeno due anni, cioè da quando...
Leggo tutta la trafila di messaggi, massaggiandomi le tempie. Ma perché la preside avrebbe autorizzato una cosa del genere? E come ha potuto casualmente dimenticarsi di farmelo sapere? O che sia stato Mike a suggerirlo? O gli altri?
Non avevo nessuna voglia di ripensare a quella storia, accidenti. Era stato un brutto colpo (almeno per me) e avevo deciso di chiudere dando una spiegazione molto secca. È vero, loro avevano provato a convincermi che non era il caso di essere così severi con se stessi, però la responsabilità era mia e mi vergognavo di ciò che era successo.
E adesso, così all'improvviso, quello scemo mi fa schiantare un uccellino in testa!
- Mantieni il controllo - borbotto e, per rinforzare l'incantesimo, comincio anche a fumare. I giochi evidentemente sono comunque fatti, quindi tanto vale giocare. Non so cosa aspettarmi però... E sicuramente, insieme alla vergogna, ho anche un po' di nostalgia repressa che sta riemergendo dai ricordi.
Alla fine mi alzo, scuoto le spalle e mi arrendo alla realtà. Andrò a prendere il gruppetto alle 2 al cancello. Considerato che adesso è quasi mezzogiorno e mezzo, ho ancora un po' di tempo.


https://i.ibb.co/KD4Qv3S/E-Uscita-la-nuova-gazzetta-4.png

Non in linea

#49 Il 26-09-2021 a 19h32

Moderatore
Artemis97
...
Messaggi: 2 134

Nikolas Axel Fox-Lombardi

CUCINA



Fortunatamente Ylla si offre di darmi una mano, ma la vedo guardare le mie piccole piade con un'aria un po' sconvolta... Forse non sa bene cosa fare con tutti questi dischi di pasta che invadono il bancone, così le sorrido e inizio a spiegare.

-La ringrazio! Dunque, queste sono piadine crude, per fare i cassoni bisogna riempirle e chiuderle da crude e poi cuocerle sulla piastra. Ma le cuoceremo dopo, ora bisogna solo riempirle e chiuderle- le indico le due padelle con i diversi ripieni, che ormai si sono raffreddati a dovere -Ecco, lì ci sono i due diversi ripieni con cui faremo i due tipi di cassoni. Dovrebbe mettere circa mezzo cucchiaio di ripieno su ogni disco e poi chiuderlo a mezzaluna e schiacciare i bordi con la forchetta, per chiuderlo come un panzerotto. Quando il cassone è chiuso, può appoggiarlo su un piatto. Quelli con le verdure verranno sostanzialmente vegani, perché nell'impasto c'è l'olio e non ho aggiunto il formaggio nelle verdure, quindi dovrebbe metterli ben separati da quelli con il ripieno di patate e salsicce, ma spero di fare in fretta e tornare prima che lei finisca con quelli ripieni di verdure.- La ringrazio ancora e mi allontano, mentre la vedo iniziare a riempire i dischi di pasta.

Torno quindi verso la dispensa per prendere farina, zucchero e lievito. Tornando indietro, faccio tappa al frigo per prendere su anche uova, burro e panna dolce. Riesco ad appoggiare tutto su un bancone libero senza far cascare le uova (praticamente un miracolo) e cerco una ciotola grande e una più piccola.
In quella grande metto farina, zucchero e lievito e ci spezzetto il burro, mentre in quella piccola sbatto le uova e la panna, poi aggiungo tutto nella ciotola grande e inizio a mischiare per bene, aggiungendo solo verso la fine i mirtilli e i frutti di bosco ormai perfettamente scongelati. Prendo due teglie, ci metto sopra della carta forno bagnata e, aiutandomi con due cucchiai, faccio delle piccole palline di impasto. Inforno entrambe e guardo l'orologio: fra un quarto d'ora circa verrò a controllare a che punto sono.

A questo punto, riesco a tornare da Ylla -Rieccomi, la ringrazio di nuovo della disponibilità!- e mi metto anche io a riempire e chiudere i miei piccoli cassoni.


https://i.imgur.com/2OD2E7t.jpg

Non in linea

#50 Il 26-09-2021 a 19h45

Prezzemolina
Clio79
Quello di cui ho bisogno per sopravvivere è il dente di leone che fiorisce a primavera.
Messaggi: 2 011

Kokoro Taira
CUCINA


- La ringrazio, sensei - dico alla cuoca.

Prendo la teglia con l'involucro contenente la zucca e, attenta a non scottarmi, riduco ancor più il vegetale in una purea con l'aiuto di un cucchiaio.
Una volta finito, verso la polpa nell'ultimo impasto e amalgamo per bene; successivamente vado a prendere un altro sac à poche, lo riempio con l'impasto e lo verso nella taglia già imburrata.

"Ecco fatto!" penso contenta.

Prima di mettere tutte le teglie in forno, posiziono un quadretto di cioccolato fondente, bianco o al latte all'interno dei miffin di due diverse teglie: per poco non mi ero scordata la sorpresa.
Ad una ad una inizio a portare le teglie nel forno.

"Meno male che è bello grande, altrimenti non so come avremmo fatto a cuocere tutto"

Una volta finito, punto il timer del telefono a 30 min e, rivolgendomi agli altri, chiedo:

- Ho una mezz'ora prima di dover uscire i muffin dal forno. Posso fare qualcosa per aiutarvi? -

Ultima modifica di Clio79 (Il 26-09-2021 a 19h50)


https://i.ibb.co/bHS5wk7/E-Uscita-la-nuova-gazzetta-5.png

Non in linea

Discussione chiusa

Pagine : 1 2 3 4 ... 6